MEDICINA – Il top della cardiochirurgia italiana a convegno alla Cattolica

Banca di credito cooperativo Isernia
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO – L’approccio mininvasivo e le nuove frontiere degli interventi al cuore sono stati gli argomenti principali del convegno scientifico promosso della Fondazione “Giovanni Paolo”a cui hanno partecipato numerosi professionisti della sanità, arrivati anche da fuori regione.  Rilevante anche la presenza di cittadini, associazioni di volontariato che hanno voluto testimoniare in questo modo la vicinanza alla Cattolica di Campobasso. Sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente della Fondazione dott. Maurizio Guizzardi, l’Arcivescovo Mons. Bregantini e il Presidente della Regione, Paolo Di Laura Frattura. Il Direttore Generale dott. Mario Zappia ha presentato il convegno. Particolarmente rilevante la presenza del prof. Massimo Massetti, Direttore dell’Area Cardiovascolare della Fondazione “Policlinico Universitario Gemelli” di Roma, che ha svolto una apprezzatissima relazione scientifica, sulle “Strategie chirurgiche della stenosi aortica”.  Il cardiochirurgo vanta un’esperienza in campo europeo nell’ambito della cardiochirurgia e più nello specifico nel campo della mininvasività.  <Non c’è quasi intervento al cuore che non si possa effettuare con una modalità mininvasiva: rivascolarizzazioni, operazioni a cuore battente, by pass, sostituzioni di valvole, aneurismi e molto altro si eseguono sempre più spesso senza le grandi incisioni del passato – ha precisato il prof. Massetti – L’approccio mininvasivo è innanzitutto una filosofia che punta a mantenere alta la qualità della vita del paziente nella sua globalità e a limitare lo stress chirurgico, che può comportare molti danni>. Apprezzate  ugualmente le relazioni scientifiche e il collegamento “live surgery” dalla sala operatoria, il  dott. Carlo De Filippo. Quest’ultimo direttore del Dipartimento malattie cardiovascolari, mentre interveniva chirurgicamente, ha illustrato ai presenti le innovative metodiche applicate in Fondazione. Mentre il dott. Cosmo Sacra, Direttore dell’U.O. di Cardiologia,e il prof. Arturo Giordano hanno illustrato, sempre in diretta video dalla camera operatoria, la metodica Tavi. Nel corso dei lavori è stato ribadito che la prognosi dei pazienti affetti da stenosi aortica sintomatica grave è poco favorevole: se il paziente non viene sottoposto a trattamento subito dopo l’insorgenza dei sintomi, la sopravvivenza media è breve. Oggi è possibile sostituire la valvola danneggiata senza l’ausilio dei punti di sutura, grazie a un suo esclusivo dispositivo di ancoraggio autoespandibile. Se prima per una sostituzione valvolare la procedura di fissaggio richiedeva molto tempo oggi, in poche decine di minuti, è possibile inserire la valvola sutureless. La riduzione dei tempi operatori va a vantaggio del paziente e offre al chirurgo più tempo da dedicare a eventuali procedure associate. Non è passata inosservata la presenza del prof. Ottavio Alfieri, il cardiochirurgo che nei prossimi giorni opererà Silvio Berlusconi, ma che non ha fatto alcun riferimento al suo “famoso” paziente. L’illustre accademico è legato da sentimenti di amicizia con alcuni specialisti della Cattolica con cui collabora stabilmente. E’ già la seconda volta che viene a Campobasso ed è rimasto affascinato dalle bellezze paesaggistiche della nostra terra. La collaborazione scientifica con la Fondazione dura da tempo. Ha ha definito, quindi, il Centro di alta specializzazione molisano “una risorsa per questa terra, un centro d’avanguardia al pari dei migliori ospedali Europei”. Nel corso dell’evento è stato anche presentato il Progetto di cooperazione internazionale promosso dalla Fondazione con l’OSPEDALE  VEZO DI ADAVADOAKA in MADAGASCAR. Gli specialisti del Dipartimento si sono recati in Africa per attivare il servizio di Riabilitazione e formare il personale. E’ stato attivato un progetto che permette agli specialisti della Fondazione di fornire costantemente delle consulenze online ai colleghi del Centro Medico Africano.  Tutto questo viene fatto a titolo puramente gratuito, in linea con le finalità della Istituzione no profit molisana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: