VENAFRO – San Nicandro, festa del Santo Patrono alle porte

eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud

TRADIZIONI – Vigilia della Festa di San Nicandro 2016 di Venafro e i venafrani amano ricordare gli aspetti più particolari, tradizionali e storici della ricorrenza, che celebra i Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria, uccisi dalla Roma pagana nel 303 d.C. avendo ribadito con assoluta convinzione la loro fede nel Cristianesimo che da allora non conobbe più ostacoli in zona. San Nicandro, veneratissimo Patrono della città, è altresì Protettore dell’intera Diocesi d’Isernia/Venafro. Si diceva dei momenti caratteriali della ricorrenza, un tempo attesa da tutte le popolazioni -nessuna esclusa- dell’estremo Molise occidentale, oggi festa soprattutto di Venafro e dei venafrani. Partiamo dall’Opera di San Nicandro, lo storico dramma sacro che ripropone vita e sacrificio dei Santi Martiri e di altre figure assai particolari, come Aldina moglie di Marciano, Passicrate, servo di Nicandro, ed altri ancora. Tale Opera veniva e viene rappresentata in pubblica piazza nei giorni immediatamente precedenti la Festa vera e propria, quale preparazione storico/spirituale al successivo trittico festivo del 16, 17 e 18 giugno. Rappresentata l’ultima volta nel 2014 sulla piazzetta dell’Annunziata, cuore del centro storico, quest’anno non andrà in scena. Quanti la promuovono ritengono opportuno che trascorrano anni tra una rappresentazione e l’altra, al fine di conferire maggiore interesse ed attrazione all’intero lavoro teatrale. Altra particolarità della Festa: la Santa Manna. Trattasi di liquido, la cui natura scientifica è ancora ufficialmente da accertare, che si raccoglie in maniera inspiegabile ed inaspettata in un pozzetto a ridosso del sarcofago di San Nicandro, situato nella cripta sottostante la Basilica del Martire. I fedeli vi ravvisano qualità miracolose alla luce anche di episodi del passato, testimoniati da centinaia di voti esposti sino a qualche decennio addietro nel cortile dell’attiguo Convento Francescano ma oggi tolti e riposti in qualche deposito. Alla luce di siffatte qualità “superiori” tanti venafrani ne chiedono per malati ed infermi. Resta da vedere nei prossimi giorni della Festa se la Santa Manna ci sarà o meno, perché non sempre è presente nel pozzetto: se ne sarà constatata la presenza, ne verrà data in quantità minima a chi ne farà richiesta. 20160524_130741Nella giornata del 17 giugno, San Nicandro, altro particolare appuntamento religioso in Basilica: l’offerta delle chiavi della città nelle mani del Vescovo Diocesano a significare l’assoluta dedizione dei venafrani ai loro Santi Martiri per ottenerne protezione, sostegno e vicinanza. Momenti di fede quanto mai intensi e particolari. Quindi la solenne processione conclusiva del 18 giugno, con partenza dalle h 20,30 dalla Basilica e conclusione in piazza Castello Pandone intorno alla mezzanotte. La seguiranno in migliaia d’ambo i sessi, di ogni età e delle più diverse estrazioni sociali, a ribadire la fede unanime della città verso i Santi Martiri. Nel corso del rito preceduto dalla tipica “ammessa”, l’asta in denaro per portare in spalla reliquie ed immagini dei Martiri, verrà cantato tantissime volte in coro il bellissimo ed assai coinvolgente “Inno di San Nicandro”, con tutto il suo intenso messaggio di dedizione popolare nei confronti dei Santi. Sempre per tale processione conclusiva da segnalare gli addobbi particolari con fiori, composizioni e luminarie che un po’ tutti i rioni del centro storico proporranno per accogliere degnamente il passaggio del rito, onorando così nel migliore dei modi l’esempio di vita e di sacrificio dei Santi Nicandro, Marciano e Daria. In tale contesto su distinguono ogni anno i quartieri di San Francesco, Cristo e del Colle.
Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Futuro Molise
panettone di caprio
Maison Du Café Venafro
pasticceria Di Caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
pasticceria Di Caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
colacem
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: