GDF – Risultati ottenuti nel periodo gennaio maggio 2016

faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO – Cominciando dalle frodi fiscali nel periodo gennaio maggio 2016 l’attività del Comando regionale della Gdf con il progressivo miglioramento delle tecniche d’indagine i risultati ottenuti nei primi cinque mesi pareggiano – per qualità – quelli registrati nell’intero 2015. In tale contesto, sonostate eseguite 44 VERIFICHE e 103 CONTROLLI dai quali sono emerse violazioni alla normativa fiscale e del lavoro per considerevoli importi. Piuttosto rilevante risulta il fenomeno della c.d. economia sommersa, caratterizzata dall’individuazione di 33 evasori totali e  28 lavoratori in nero e/o irregolari. Le violazioni più gravi hanno originato 17 indagini di polizia giudiziaria, con la denuncia di 54persone per reati tributari. Per garantire il ristoro erariale, sono state avanzate proposte disequestrodei beni riconducibili agli evasori fiscali, per un valore complessivo di oltre 26,3 milioni di euro. Nel comparto tributario, meritevoli di evidenza sono le attività eseguite:

  • dal Nucleo di Polizia Tributaria di Campobasso, nei confronti di un’impresa nel settore del commercio all’ingrosso di cereali. L’attività ispettiva conduceva i militari del Corpo alla scoperta di magazzini, occultati al Fisco, nei quali erano depositati ingenti quantitativi di cereali. Le successive indagini finanziarie disvelavano una notevole evasione fiscale in relazione alla quale i legali rappresentanti venivano denunciati all’A.G. competente per il delitto di dichiarazione infedele.Al fine di aggredire la ricchezza illecitamente accumulata, veniva altresì proposta l’adozione del sequestro preventivo per equivalente dei beni aziendali e personali finalizzato alla confisca
  • dalla Compagnia di Isernia, che, all’esito di articolate indagini di polizia giudiziaria e tributaria, ha acclarato come alcune società operanti principalmente nel settore assicurativo, attraverso l’emissione l’utilizzo di fatture false, avessero ideato un collaudato sistema fraudolento finalizzato ad un’ingente evasione fiscale. In tale ambito sono stati denunciati alla magistratura 14 soggetti responsabili di gravi reati tributari; dalla Compagnia di Termoli, nei riguardi di una società operante nel settore del trasporto delle merci. L’attività ispettiva, condotta con l’ausilio di penetranti indagini finanziarie, ha permesso di constatare elementi positivi di reddito occultati al fisco, un’IVA evasa di considerevole entità, nonché di deferire all’Autorità Giudiziaria 2 soggetti per i reati di omessa dichiarazione, emissione di fatture false, occultamento di documentazione contabile e omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto.
  •  In materia di “SCONTRINO eRICEVUTA FISCALE” sono stati effettuati 1.246interventi, condotti con modalità tali da arrecare la minor turbativa possibile ai contribuenti diligenti. Detta attività ha permesso la constatazione di 194violazioniinerenti la mancata emissione del documento fiscale o l’emissione dello stesso con indicazione di un corrispettivo inferiore.L’incidenza delle irregolarità è risultata pari al 15,6% dei controlli totali;nei casi di reiterazione delle violazioni, sono statieseguiti 3provvedimenti di chiusura degli esercizi commerciali.
  • VIGILANZA SULLA SPESA PUBBLICA E CONTRASTO ALL’ILLEGALITA’ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  • Il controllo della SPESA PUBBLICAcostituisce primario obiettivo dell’azione della Guardia di Finanza tesa a garantire l’oculata gestione delle risorse collettive, soprattutto a beneficio delle erogazioni sociali destinate alle fasce più deboli della comunità.
  • In tale ambito,sono 31i soggettidenunciati all’A.G., responsabili a vario titolo direati connessi all’indebito conseguimento di erogazioni pubbliche e previdenziali,per un importo di circa 800.000 euro.
  • Proficua continua ad essere la stretta collaborazione con la CORTE DEI CONTI, alla quale sono stati segnalati 36 soggettiper aver cagionato danni erariali per quasi 1,5 milioni di euro.
  • Per contrastare al meglio il riprovevole fenomeno della corruzione, il Corpo ha accresciuto l’impiego di risorse anche umane, mediante l’istituzione, pressoiNuclei di Polizia Tributaria nei Capoluoghi di Regione,di un Drappello di militari specializzati che opera in sinergia con l’Autorità Nazionale Anticorruzione.
  • L’attività svolta in tale ambito ha sinora consentito di denunziare a piede libero di nr.10 persone responsabili a vario titolo dei reati di peculato, abuso d’ufficio e corruzione. Correlativamente, anche sulla base dell’esperienza operativa maturata nella provincia Pentra,alta viene mantenuta l’attenzione sugli appalti pubblici,comparto nel quale sono stati deferiti all’A.G. 8persone in relazione ad assegnazioni irregolaripari a700.000 euro.
  • AGGRESSIONE AGLI INTERESSI ECONOMICO-PATRIMONIALI DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED AL RICICLAGGIO
  • Nel corrente anno, sono stati eseguiti 16 accertamenti patrimoniali finalizzati all’aggressione dei patrimoni illeciti mediante l’applicazione delle misure di prevenzione ovvero della cd confisca “per sproporzione”. Le indagini svolte hanno consentito di proporre alle competenti Autorità Giudiziarie il sequestro dibeni per un controvalore di oltre 160.000 euro.
  • In tema di tutela del mercato dei capitali, particolarmente esposto alle minacce di operazioni di riciclaggio e reimpiego di denarosporco, sono state deferite all’A.G. 20 persone, autrici di illeciti per oltre 10 milioni di euro, e approfondite27segnalazioni di operazioni sospette pervenute dal Nucleo Speciale di Polizia Valutaria.
  • TUTELA DEI DIRITTI DI PROPRIETÀ E DEI CONSUMATORI
  • L’attività svoltain materia di CONTRAFFAZIONE DEI MARCHI, DIRITTI D’AUTORE, SICUREZZA PRODOTTIeTUTELA DEL MADE IN ITALY ha permesso di sottoporre a sequestro di 51.045 articoli di merce contraffatta ovvero priva dei requisiti di sicurezza previsti dalle norme vigenti, nonché dideferire all’Autorità Giudiziaria 16 responsabili.
  • CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI
  • Nel contrasto al TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, grazie alle sinergie operative in atto tra il G.O.A. di Campobasso, i Reparti territoriali e la componente navale, sono staticonseguiti i seguenti risultati:
  • sequestro di 31,492Kg di hashish e marijuana, 210 gr. di cocaina, 12 gr. di eroina;
  • verbalizzazione di 154 soggetti dei quali 6 in stato di arresto, 7 denunciati a piede libero e 135 segnalati all’Autorità Prefettizia in quanto assuntori di sostanze stupefacenti.
  • Particolare attenzione, inoltre, il Corpo ha rivolto alla TUTELA DELL’AMBIENTE,  attraverso sistematici e capillari controlli, chehanno permesso la verbalizzazione di 11 soggetti,3 dei quali denunziati a piede libero, nonché il sequestro di aree adibite a discarica abusiva per complessivi 78.200 mq.
  • CONTROLLO ECONOMICO DEL TERRITORIO E
  • SERVIZIO DI PUBBLICA UTILITÀ 117
  • Sulla pubblica utenza “117”, a disposizione dei cittadini per dialogare con le Fiamme Gialle nel pieno rispetto delle norme sulla privacy, sono pervenute nr. 68 chiamate di interesse operativo,che hanno originato11 interventi, 9dei quali conclusisi con l’accertamento di violazioni tributarie o di altra natura.
  • Il controllo economico del territorio molisano è stato garantito attraverso l’impiego di oltre 1.200 pattuglie, la cui attività è stata diretta, peraltro, alla rilevazione di elementi significativi di ricchezza, quali il possesso e l’utilizzo di autovetture di lusso, aeromobili, imbarcazioni da diporto ecc..
  • ATTIVITÀ DI POLIZIA MARITTIMA E DEMANIALE
  • Il rafforzamento del presidio marittimo, a contrasto di ogni illecito di natura economica e finanziaria perpetrato in mare ed ottenuto grazie all’istituzione del Reparto Operativo Aero Navale di Termoli, si è tradotto in un’accentuata vigilanza del tratto di costa molisana anche a tutela dei cittadini, come testimoniato dal recente salvataggio di un diportista caduto in mare, il quale peraltro rischiava di essere travolto dal suo natante alla deriva.
  • Parallelamente, il prefato Reparto ha in atto specifiche attività a tutela dell’ambiente, del demanio pubblico e a contrasto dell’abusivismo edilizio in collaborazione con l’Agenzia del Demanio.

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: