PROCURA – Morte De Luca, conluse le indagini preliminari

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

ISERNIA – Il procuratore capo della Repubblica, Paolo Albano, ha notificato la conclusione delle indagini preliminari ai tre indagati per l’omicidio premeditato di Fabio De Luca, il 45enne romano morto nel periodo di detenzione, presso il carcere di Ponte san Leonardo a Isernia. Secondo la Procura l’uomo fu aggredito e colpito, ripetutamente e con estrema violenza alla testa,  dai suoi compagni di cella: Aniello Sequino e Francesco Formigli, due detenuti napoletani.
I due si sarebbero scagliati sull’uomo colpendolo con pugni e con un oggetto contundente, fino a causargli un politraumatismo cranico. Ad istigare i due, partecipando attivamente all’ideazione del piano, sarebbe stato un terzo giovane di Agnone, il 28enne Elia Tatangelo.
Ad avvertire i poliziotti fu uno dei presunti aggressori.
De Luca entrò subito in coma. Il 45enne fu trasferito d’urgenza al Cardarelli di Campobasso e morì dopo qualche giorno.
Di tutt’altro avviso i legali degli indagati che parlano di “caduta accidentale” da un letto a castello. Una tragica fatalità dunque quella che portò l’uomo alla morte.
La difesa, intanto, sta valutando la opportunità di “chiedere ulteriori atti di indagine a discarico dei propri assistiti onde confutare le gravi accuse rivolte ai tre imputati, già peraltro scarcerati dalla Autorità giudiziaria”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: