WELLNESS – Ottimizzare i tempi d’allenamento in palestra. Trucchi per non sprecare tempo.

Blackberries Venafro

WELLNES – Tante volte ci si ritrova a fare due conti di ciò che si è fatto in palestra e proprio tirando le somme constatiamo che molto spesso abbiamo fatto meno di ciò che ci è stato chiesto di fare dal nostro istruttore. Ma perché? Ci sono alcuni motivi. E qui di seguito vogliamo elencarli con annessi suggerimenti per evitarli al fine di ottimizzare i tempi di lavoro e le modalità:
– FILA AGLI ATTREZZI CARDIO: dovete fare riscaldamento ma gli attrezzi cardiovascolari sono pieni, aspetto 5, 10 minuti ma nulla. E allora? Che si fa? Ma è ovvio non si ritorna a casa ci inventa una routine di allenamento da 5 10 minuti a corpo libero. Come? Un esempio: 1 min di juming jack, 1 min di calf, 1 min di jumping jack, 1 di squat, 1 min di jumping jack, 1 min di crunch, 1 min di jumping jack, 1 min di burpees, 1 min di jumping jack, 1 min di skip. 10 minuti che forse vi faranno sudare e riscaldare piu dei 20 minuti al tapis passeggiando. Nessuna scusa in palestra. Chi si ferma ha perso in partenza.
– SELFIE E SOCIAL NETWORK: un tormentone musicale dice “un ricordo è più importante condividerlo che viverlo”. Oggi non solo un ricordo, ma anche un allenamento. Quanto tempo perdete a postare la vostra foto con i muscoli appena pompati o con il sudore che vi sgronda dalla fronte nell’attesa che qualcuno clicchi mi piace e voi ne siete gratificati? Beh andate a ricercare i vostri post e vi renderete conto del tempo perso. Staccate il cellulare quando arrivate in palestra! Allenatevi, lasciate perdere le foto. Agli atleti le fanno, non se le fanno mentre si allenano! Il tempo perso a farsi un selfie potrebbe essere utilizzato per un altro esercizio.
– PREPARAZIONE DI BEVERONI “MAGICI”: se proprio siete persi nei meandri della biochimica e pensate che quel grammo di quella sostanza sia fondamentale per l’aumento del volume dei vostri muscoli, almeno abbiate la bontà di preparare il vostro shake a casa così da non stare due ore in palestra perdendo 20 minuti a prepararlo. Reintegrate in modo corretto. Non fate cavolate. Non perdete tempo dietro ai misticismi. Allenatevi.
– SOCIALIZZARE: troppo spesso sento dire “la palestra è un luogo dove si socializza”. D’accordo, ci mancherebbe, non siamo robot da allenamento che non guardano in faccia a nessuno, ma vedere gente comodamente seduta a parlare sulle macchine invece di allenarsi, beh è un po’ differente. Chiacchierare va bene, magari nei recuperi tra un esercizio e l’altro, ma se diventa una scusa per non allenarsi qualcosa non va. I risultati non arrivano perché vai in palestra, ma perché lavori in palestra!
– PREPARAZIONE ABBIGLIAMENTO E SFILATA IN PASSERELLA: l’articolo ha anche un certo risvolto ironico e questa voce ahimè è forse più vera delle altre. 10, 15, 20 minuti e paf esce dallo spogliatoio lo strafigo o la strafiga di turno con la maglia e le scarpe fluo di ultima generazione, profumo all’ultimo grido che neanche al matrimonio si era così, marchiato da vita a piedi e prontamente ad “allenarsi” a ritmo blando per evitare di rovinare trucco o pettinatura. Aspetta? Non funziona proprio così. Forse se pur essendo marchiato, con i colori più stravaganti possibili impieghi meno tempo nel preparare la tua acconciatura a e il tuo trucco riusciresti a sprecare 15 minuti in meno della tua ora di allenamento ottimizzando i tuoi risultati.
– PARTE CARDIO INFINITA: 1 ora e mezza di run al tapis roulant per “bruciare calorie”! Wow! Ti stai preparando per la mezza maratona di Ostia? No ho mangiato una carbonara ieri sera e voglio smaltirla prima della pizza di stasera. Ok. Ma forse non è il modo migliore per farlo. Piuttosto segui quello che c’è sulla tua scheda senza improvvisare. Quella carbonara può essere “smaltita” meglio senza ucciderti a correre come un forsennato li su. PS: dopo la carbonara se stasera c’è una pizza a domani un tiramisù mi sa che ti conviene rivedere i tuoi piani alimentari perché così neanche un ora al giorno di tapis ti aiuta a dimagrire.
– SALTARE GLI ESERCIZI IN SCHEDA: Squat con 40 kg in 4 x 15. Nooooo troppo pesante, monta il bilanciere, smontalo dopo. Noooo. E salto. Piegamenti sulle braccia in 4 x 8. Noooo troppo pesante. E salto. Ehi! Hai smontato una scheda di preparazione. Ammesso che sia fatta bene, rispettala, non inventare tu il tuo allenamento, altrimenti sei sciocco due volte. Una perché potresti farti male, l’altro perché paghi pure per poi fare di testa tua! Concretezza! Rispetto del tuo istruttore! E dedizione!
Provate a non commettere più questi “simpatici” ma comuni errori e vedrete quanto guadagno. Lavora sodo e tutto andrà a tuo favore. Per fare selfie, per socializzare, per cucinare ci sono altri momenti. In palestra ALLENATEVI
Chinesil dott Mario Silvestri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!