SPORT – I tipi di forza nell’allenamento

Blackberries Venafro

ALLENAMENTO – Tutto quello che pensavi di sapere sulla forza era l’esprimere una tensione capace di vincere una resistenza esterna beh sappi che questa è solo una definizione generica di quella che è la forza nell’allenamento. Esistono vari tipi di forza, ognuna stimolabile e allenabile attraverso carichi e modalità diverse. Scopriamole insieme e conosciamone le caratteristiche principali.
Innanzitutto partiamo dai principi della fisica generale per cui la forza, espressa dalla relazione F= m*a, è appunto il prodotto di una massa per una certa accelerazione. Sfruttando il principio sopradescritto capiamo che perché si sviluppi una certa forza abbiamo bisogno di una massa soggetta ad una accelerazione. Più grande sarà la massa, più grande sarà la forza espressa. Ma anche all’aumentare dell’accelerazione aumenterà la forza.
Nel caso dell’allenamento la massa sarà data dalla resistenza esterna da vincere sul quale agirà una componente accelerazione data dalla contrazione muscolare.
Varie definizioni di forza sono state date nel corso degli anni da alcuni studiosi; le più importanti sono:
• VERCHOSANSKIJ “la forza è la capacità del muscolo di produrre tensioni nelle varie manifestazioni”
• VITTORI “la forza è la capacità dei componenti intimi della materia muscolare di accorciarsi”
I tipi di forza conosciuti nella teoria dell’allenamento sono:
– Forza Massimale
– Forza esplosiva
– Resistenza alla forza veloce
– Resistenza Muscolare
La forza massimale è quella legata alla espressione di una tensione massima per vincere una resistenza elevata. I carichi utilizzati per allenare questo tipo di forza sono dal 90 al 100% del carico massimale individuato.
La forza esplosiva è definita come lo sviluppo di una tensione elevata nel minor tempo possibile. I carichi utili allo sviluppo della forza massima si aggirano intorno al 40 e 70% del carico massimale individuato.
La resistenza alla forza veloce è la capacità di attuare tensioni esplosive per un tempo più o meno prolungato. I carichi sono intorno al 20 e 70% del carico massimale individuato.
La resistenza muscolare è la capacità di protrarre carichi e tensioni medio basse per lungo tempo. I carichi di lavoro si aggirano intorno al 50% del carico massimale individuato.
Dunque adesso ne sai qualcosina in più, e se pensavi che il tuo allenamento fai da te potesse allenare la forza, da oggi sai che non bisogna allenare la forza, ma quale tipo di forza?
Chinesil Dott Mario Silvestri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!