CRIMINALITA’ – Petraroia solleva il problema delle infiltrazioni camorristiche in Molise e scrive a …. tutti

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Allarme criminalità organizzata in Molise, scattano i segnali dal Consiglio regionale. Michele Petraroia aggiorna i suoi interventi in tal senso ed evidenzia le segnalazioni effettuate agli organi centrali nazionali di massimo livello, dai due presidenti delle Camere ai ministri più direttamente interessati al fenomeno, nonché alla politica regionale locale. Una preoccupazione e quindi l’attenzione a prendere le precauzioni del caso dettate dai rischi di infiltrazione della criminalità organizzata in Molise, confermati da innumerevoli episodi accuditi negli ultimi anni e riportati spesso in cronaca locale come quelli di due giorni fa sulla confisca di beni immobili in Molise appartenenti a famiglie camorristiche ben note:<Sull’eccessiva presenza – dice Petraroia –  di collaboratori di giustizia sotto protezione inviati sul nostro territorio, sulla residenza in Molise di detenuti pericolosi agli arresti domiciliari, sull’indebolimento degli organici delle Forze dell’Ordine connesso con il riordino del Corpo Forestale dello Stato, sulla soppressione dal 1° settembre di quest’anno del Comando Legione Carabinieri del Molise e sull’ipotesi di superamento della Corte d’Appello del Molise, è stata approvata in Cons1iglio Regionale una Mozione a mia firma il 14 giugno scorso, ed è stato dato mandato ad una delegazione istituzionale costituita dal Presidente del Consiglio e dai Capigruppo del PD e del PDL, di incontrare i Ministri della Difesa, dell’Interno e della Giustizia, per sottoporre alla loro attenzione la questione> Nonostante tutto questo a distanza di un mese nessuno a livello centrale, però se n’è curato più di tanto neppure di una lettera ufficiale dove c’era una richiesta d’incontro trasmessa dal presidente del Consiglio regionale Cotugno a dimostrazione, dice Petraroia, di uno scarso rispetto istituzionale da parte del Governo al Molise, un atteggiamento che certamente lede la dignità della gente molisana:<Ho avuto modo di consegnare la documentazione agli atti anche al sen. Giuseppe Lumia, componente della Commissione Parlamentare Antimafia il 30 giugno scorso – aggiunge Petraroia –  e sono convinto che un suo autorevole intervento nei confronti del Governo ci aiuti ad evitare la soppressione del Comando Legione Carabinieri con accorpamento con l’Abruzzo già dal 1° settembre prossimo, a preservare la Corte d’Appello del Molise, a potenziare gli organici delle Forze di Polizia ed in particolare dei Corpi specializzati nel contrasto alla criminalità organizzata e a contenere il numero dei collaboratori di giustizia e/o delle persone pericolose che scontano gli arresti domiciliari sul nostro territorio>. Riconoscendo l’irritualità del suo comportamento istituzionale all’interno del sistema politico del Consiglio e della Giunta, essendo lui un semplice consigliere regionale, giustifica la personale presa di posizione il suo atteggiamento riguardo alle lettere inviate a Roma, ai ministri di Difesa Giustizia e Interni e quella al presidente dell’Antimafia, per la mancanza di risposta dei Ministeri agli appelli partiti dal Molise.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!