VIABILITA’- Stragi della strada, si adottino misure immediate e rigorose

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – SS 87 Sannitica troppi incidenti mortali e strada pericolosissima soprattutto nel tratto tra i bivi di Vinchiaturo e Guardiaregia. Per via dei tantissimi svincoli a raso per accessi a proprietà private che insistono su tutto il percorso soprattutto in direzione Bojano e per l’alta velocità che contraddistingue purtroppo come una costante irresponsabile la marcia degli automobilisti che transitano su questo tratto di Statale. Nelle ultime ore dopo i due morti di 4 giorni fa nell’incidente stradale avvenuto all’altezza dell’ex distributore di benzina ora dismesso prima del discesone che conduce verso Le Cupolette, si discute moltissimo su quali aggiustamenti apportare alla strada per renderla più sicura facendo ovviamente affidamento sul buon senso e sulla prudenza degli automobilisti e sulle misure che possano scoraggiare qualsiasi violazione del codice stradale e soprattutto su alcune limitazioni imprescindibili rigorosissime alla velocità e quindi ai divieti imposti. L’assessore regionale ai lavori pubblici Nagni  che tra l’altro conosce molto bene quel tratto di strada percorrendolo da anni tutti i giorni per raggiungere la sua abitazione situata nell’agro di Vinchiaturo, ha promesso che incontrerà al più presto l’Anas e solleciterà quest’ultima ad adottare misure di sicurezza che quantomeno possano allertare gli automobilisti e “allenarli” alla prudenza attraverso dissuasori di qualsiasi natura una segnaletica stradale evidentemente più massiccia non esclusi dei tutor tipo quelli che sono installati sull’autostrada con multe salatissime per coloro che contravverranno agli obblighi e ai vincoli riconfigurati sul posto. I 5 chilometri che separano il bivio di Vinchiaturo a quello di Guardiaregia tutti in discesa si trasformano spesso in un autodromo dove abbondano i sorpassi da brivido e dove senza dubbio il tratto tra il ristorante Da Netta all’hotel le Cupolette risulta tra i più pericolosi dell’intero percorso tra Campobasso e il bivio di Guardiaregia. Un dosso in direzione Campobasso, poi, al contrario e la doppia corsia senza vista sull’altra carreggiata in senso opposto di marcia creano, qui, situazioni di estremo pericolo. Spesso per sorpassi che provengono dalla parte in discesa nel senso contrario, situazioni che vanno rivalutate e rimosse  subito. L’Anas intervenga. L’out a ulteriori concessioni  ed evidentemente una vigilanza delle Forze dell’ordine sempre più assidua, al di là di ulteriori infrastrutture fisse del caso, devono essere i primi provvedimenti da adottare in tempi rapidissimi per evitare altre tragedie della strada.

Aldo Ciaramella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!