VENAFRO – Chiese chiuse in città, la lamentela di un turista

Blackberries Venafro

TURISMO – Da uno dei tanti turisti, ospiti e visitatori che in questi primi giorni di agosto s’incontrano in giro per Venafro ad osservare, scattare foto e soffermarsi sulle maggiori attrattive della città arrivano interrogativi e perplessità assai significativi. “Veniamo da un giro nell’attraente e suggestivo centro storico della città -afferma un forestiero incontrato lungo via Garibaldi assieme ad una comitiva di altri visitatori provenienti dalla Liguria- ed abbiamo avuto modo di ammirare quanto sia bella ed interessante la Venafro dei quartieri antichi. Vicoli, vicoletti, spiazzi, palazzi, angoli assai spettacolari, monumenti storici e tant’altro che rendono questo centro storico molto attraente. In effetti è decisamente suggestivo ciò che la Venafro antica propone. Tutto bello se non fosse per un aspetto che ci ha lasciati interdetti … “. Quale esattamente, abbiamo chiesto all’interlocutore? “Abbiamo trovato le chiese del centro storico venafrano, delle quali si dice un gran bene sotto l’aspetto storico, sacro ed artistico, tutte tassativamente chiuse e quindi inaccessibili. Avremmo voluto accedere al loro intorno per visitarle, ammirare e per un momento di preghiera e raccoglimento, ma le loro porte d’ingresso risultano sbarrate e chiuse a doppia mandata. Peccato … pensavamo diversamente!”. In effetti l’osservazione dell’ospite è giusta, essendo tutte continuativamente chiuse le chiese venafrane, ad eccezione della Basilica di San Nicandro tenuta aperta dai Frati Cappuccini che la custodiscono ed unico luogo di culto della città visitabile e nel quale si può entrare nel corso della giornata, e non solo nel corso di celebrazioni religiose. Ed allora perché non raccogliere la fondata osservazione del turista ligure ed aprire finalmente i magnifici luoghi di culto del centro storico della città anche al di fuori delle celebrazioni religiose? Certamente c’è da risolvere preventivamente il problema della loro custodia e salvaguardia, ma per questo basterebbe un accordo con gli uomini della locale protezione civile o dell’associazione carabinieri in congedo dopodiché si potrebbe dar corso alla tanto attesa novità, ossia aprire la SS. Annunziata, il SS. Viatico (alias Cristo), S. Chiara, S. Simeone, San Francesco, la Cattedrale, S. Paolo ect. perché vengano visitate, ammirate e perché vi si possa pregare all’interno, e non solo durante le S. Messe. Si riuscirà nell’intento nel corso di questa calda estate 2016? Staremo a vedere.
Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!