MARCINELLE – Cerimonia di commemorazione a Sant’Angelo del Pesco che nella tragedia belga perse un suo figlio

Blackberries Venafro

SANT’ANGELO DEL PESCO – Il disastro di Marcinelle avvenne la mattina dell’8 agosto 1956 nella miniera di carbone Bois du Cazier di Marcinelle in Belgio, provocando la morte di 262 persone delle 274 presenti, in gran parte emigranti italiani. Tra questi  Felice Casciato, nato a S. Angelo del Pesco (IS) il 22/09/1912, aveva moglie e 3 figli in Italia. Lo ricorda il presidente della Provincia di Isernia, Lorenzo Coia che afferma: “L’incidente è il terzo per numero di vittime tra gli italiani all’estero dopo i disastri di Monongah e di Dawson”.
Il sito Bois du Cazier, oramai dismesso, fa parte dei patrimoni storici dell’UNESCO.
Nino di Pietrantonio, presidente dell’Associazione abruzzese vittime di Marcinelle, organizza un pellegrinaggio sui luoghi della tragedia.
In quella cava – racconta – ho perso mio padre, ma non è solo un dolore privato. Non si può dimenticare che c’è stato un tempo in cui la vita umana valeva meno di un pezzo di carbone”.
Tu ci torneresti nel posto in cui è morto tuo marito a 26 anni bruciato vivo in fondo a una miniera?”. Laura Di Pietro, sposa per 40 giorni, vedova da 60 anni. A volte due numeri possono bastare a esprimere l’enormità di un dolore.
Il sindaco di S. Angelo del Pesco ha voluto ricordare 60 anni dopo questa tragedia, perché il lavoro resti un fattore di promozione umana e non di negazione della vita. Anche la Provincia di Isernia sarà presente a questa commemorazione, i fatti di Marcinelle restano, nella storia della emigrazione italiana, un fatto di straordinaria importanza perché le future generazioni sappiano del sacrificio fatto dai lavoratori italiani nel mondo.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!