REGIONE – I Dipartimenti al posto delle Direzioni

regione molise
Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Dal prossimo I° settembre la Regione Molise sarà ordinata in Dipartimenti seguendo nuovi principi di semplificazione trasparenza ed efficienza dell’apparato amministrativo. La Giunta regionale con delibera ha indicato anche i responsabili delle nuove strutture di coordinamento e gestione:<Andiamo avanti nell’ambito del lavoro di riorganizzazione dell’intero Sistema Regione Molise. Prende forma un nuovo modello organizzativo indispensabile per rendere la nostra amministrazione regionale più rispondente alle esigenze dei cittadini e delle imprese-dice il presidente Frattura – Grazie al processo di razionalizzazione, prima, e a quello conseguente di riorganizzazione, che proprio con i Dipartimenti assume forma definita, i risultati ottenuti già in questi anni – puntualizza il governatore –  dimostrano la validità, in termini di risparmi, trasparenza e funzionamento, del cambiamento che abbiamo operato e che continuiamo ad operare. Era necessario, l’abbiamo avviato e ora lo stiamo portando a compimento con la strutturazione indicata nella nostra legge regionale 8 del 2015 dei Dipartimenti, operativi dal prossimo mese>. I Dipartimenti sostituiscono la Direzione generale e le attuali Direzioni d’area dell’assetto amministrativo finora attivo, snellendo gerarchie e iter burocratici. Avranno funzione anche di gestione e dovranno rispondere delle attività svolte, non limitandosi più al solo coordinamento dei Servizi regionali. Saranno quattro: il Dipartimento della Presidenza della Giunta regionale, l’incarico di responsabile è stato assegnato all’ingegnere Mariolga Mogavero; il Dipartimento delle Politiche di bilancio e delle risorse umane – Sistema regionale e Autonomie locali, a coordinarlo ci sarà l’avvocato Alberto Manfredi Selvaggi; il Dipartimento delle Politiche di sviluppo, lo guiderà la dottoressa Maria Rosaria Simonelli; e il Dipartimento del governo di territorio, mobilità e risorse naturali, assegnato all’ingegnere Massimo Pillarella: <Con i Dipartimenti – spiega Frattura –, offriremo un confronto più chiaro e immediato, un interlocutore certo. L’apparato amministrativo della Regione si semplifica, diventa più riconoscibile e accessibile. Si annullano i doppioni, si azzerano le sovrapposizioni di competenze tra gli uffici, si evitano rimpalli. Si evidenziano le responsabilità proprio per agevolare le risposte che i cittadini e alle imprese attendono. Oggi rendiamo la nostra amministrazione davvero vicina alle istanze della società e allineata alla Riforma della Pa che il Governo sta conducendo>.

Dipartimento della Presidenza della giunta regionale:

coordinamento del processo trasversale e strategico di programmazione; coordinamento per le politiche di sviluppo regionale: programmi nazionali di sostegno allo sviluppo regionale, cooperazione territoriale europea, programmi comunitari di sostegno allo sviluppo regionale; attuazione programma di governo; coordinamento dei rapporti con il Consiglio regionale, la Conferenza delle Regioni, con gli organismi comunitari e internazionali; Segreteria della Giunta regionale; Bollettino ufficiale; nomine e designazioni; coordinamento della produzione normativa di competenza della Giunta regionale; coordinamento delle funzioni relative all’attuazione della legge n. 144/1999 e supporto amministrativo al Nucleo di valutazione degli investimenti pubblici; attività di indirizzo, coordinamento e verifica del sistema dei controlli interni; avvocatura regionale; attività di protezione civile di competenza regionale; coordinamento e controllo sull’attuazione del Piano di rafforzamento amministrativo (Pra); funzioni previste dal Programma statistico nazionale, attività statistica degli organi del sistema statistico regionale (Sistar).

Dipartimento Politiche di bilancio e risorse umane – Sistema regionale e Autonomie locali:

Bilancio; contabilità generale; politiche finanziarie; coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario regionale e locale; politiche delle entrate; rapporti giuridico-finanziari con la struttura competente in materia di gestione sanitaria accentrata, ai sensi del Titolo II del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118; definizione e attuazione delle politiche del personale; promozione dello sviluppo e del coordinamento del sistema organizzativo dell’ente; controllo strategico; progettazione, gestione, sviluppo e monitoraggio del sistema di misurazione e valutazione della qualità della prestazione individuale; Ufficio per i procedimenti disciplinari (Upd); coordinamento e supporto tecnico e organizzativo delle attività del Nucleo di valutazione delle prestazioni dirigenziali; controllo sugli atti fondamentali in materia di organizzazione e di personale sugli enti ed organismi dipendenti; controlli e rendicontazione sull’utilizzo dei fondi nazionali e comunitari; controllo di gestione; rapporti con le autonomie locali; funzioni regionali in materia di consultazioni elettorali; sicurezza urbana e polizia locale; flussi finanziari regionali indirizzati agli enti e organismi del sistema regione; adempimenti e interventi correlati all’esercizio dei diritti scaturenti dalle partecipazioni societarie; controllo sui fondamentali atti contabili degli enti subregionali e strumentali e sulle partecipate; controllo analogo sulle società in house providing; trasparenza, anticorruzione e privacy; Protocollo unico regionale.

Dipartimento Politiche di sviluppo:

Sviluppo economico e credito, internazionalizzazione delle imprese e marketing territoriale, competitività; sviluppo delle attività produttive, estrattive, culturali, turistiche e sportive; ricerca e innovazione scientifica e tecnologica; coordinamento e promozione delle attività per la realizzazione di un sistema integrato di istruzione, compresa quella universitaria, alta formazione, formazione professionale, politiche occupazionali; politiche per le pari opportunità; cooperazione allo sviluppo; rapporti con i molisani nel mondo; sistemi informativi e agenda digitale.

Dipartimento governo del territorio, mobilità e risorse naturali:

Governo del territorio; demanio, pianificazione e tutela delle risorse naturali, ambientali e forestali; salvaguardia della biodiversità; sviluppo sostenibile; attuazione delle politiche regionali in materia di urbanistica, opere pubbliche, mobilità e viabilità regionale; rischio sismico; politiche abitative; pianificazione, autorizzazioni e controlli in materia di risorse idriche ed energetiche; politiche agricole e di valorizzazione e sviluppo delle produzioni vegetali e animali; predisposizione e gestione delle misure a tutela della qualità dei prodotti agricoli e zootecnici; sviluppo rurale; politiche agricole; pianificazione e programmazione in materia di pesca produttiva e acquacoltura e relative politiche di salvaguardia; attività venatoria; interventi per l’attuazione della normativa fitosanitaria relativa alla vigilanza e ai controlli fitosanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!