PROVINCIA – De Matteis spara a zero contro Frattura e Iorio, mentre guarda alle Regionali

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Lascia le chiavi di palazzo Magno ma già sogna evidentemente di poter aspirare di prendere quelle di palazzo Vitale. Rosario De Matteis, l’ultimo presidente dell’Amministrazione provinciale di Campobasso eletto dai cittadini, nella conferenza stampa di stamattina dà l’addio alla presidenza dell’Ente di via Roma ma certamente non alla politica.

Le valutazioni sugli operati di Frattura <che non so come sta operando> e su quello di Iorio.<farebbe bene a tacere per quanto fatto sulla sanità negli anni passati dove ci sono sue precise responsabilità>, definendoli comunque entrambi incandidabili, appaiono comunque fatte apposta per anticipare quelle che saranno le sue prossime mosse. Insomma, De Matteis non ha messo la parola fine alla sua attività di politico tant’è, invece, che l’assessore provinciale Rita Colaci  evidenzia come l’ex sindaco di San Giuliano e già assessore regionale abbia le giuste capacità e doti umane, il buon padre di famiglia, e politiche per poter governare la Regione e quindi per riunire sotto la stessa bandiera le forze moderate del centrodestra.

Siamo partiti da quello che potrebbe profilarsi per il futuro, ovvero De Matteis candidato a candidarsi per il centrodestra. Un progetto ed un’ambizione troppo chiari soprattutto quando puntualizza che la politica ha bisogno di giovani ma deve essere guidata da personaggi di esperienza già collaudati nell’amministrazione della cosa pubblica. Ebbene noi diremmo, invece, largo ad un cambio generazionale. Persone di mezza età di provata esperienza fuori e dentro la politica ci sono. Proviamo a cambiare per provare a modificare le cose. Ma torniamo alla conferenza stampa.

Il presidente della Provincia che verrà rinnovata con le elezioni del 31 agosto ha sparato forte, poi, sul governo regionale:<Abbiamo attraversato anni turbolenti per la riforma delle Province e per la mancanza di fondi, per il 2016 dovremmo restituire allo Stato 8,3 milioni di euro!>. Una gestione oculata e rigorosa, l’ha definita De Matteis la governance politica e amministrativa di palazzo Magno soprattutto se si pensa alla riduzione del 50% delle spese per il personale, alla riduzione dei dirigenti passati da 8 a 2, alla soluzione dei lavoratori della biblioteca Albino alla situazione dei Centri dell’impiego. Insieme agli assessori Colaci, Di Labbio e Talucci ha ripercorso gli scontri avuti con la Regione per la salvaguardia dei lavoratori a tempo determinato e con il consigliere regionale Salvatore Micone sulla questione dei Centri per l’impiego. De Matteis ha illustrato, quindi, l’impegno dell’Amministrazione sullo sblocco di lavori sulla viabilità per circa 15 milioni di euro e di interventi attuati per la sicurezza di alcune scuole della Provincia quali l’Agrario di Termoli, lo Scientifico di Riccia, il Liceo artistico di Campobasso e il Polo scolastico di Casacalenda.

Sulle prossime elezioni provinciali ha ribadito la sua adesione e appoggio al candidato del centrodestra Antonio Carlone impegnato in una battaglia durissima contro Battista per via dell’ingiusto sistema elettorale che assegna un bel pacchetto di voti ai Comuni di Campobasso Termoli  circa 600 e 50 ai piccoli Comuni. Naturalmente De Matteis ormai tuffatosi nel riposizionamento del centrodestra in chiave Regionali si augura di vedere rappresentanti della lista di Carlone nell’assetto del nuovo Consiglio provinciale di Campobasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!