SISMA – Amatrice, trovato ultimo disperso

Blackberries Venafro

AMATRICE – Dopo giorni di lavoro, è stato individuato il corpo di Sayed, il rifugiato afgano rimasto sepolto sotto le macerie della sua casa ad Amatrice. Sono ora in corso le complesse operazioni per il recupero della salma da parte dei vigili del fuoco. Nel cantiere sono presenti varie squadre del Corpo nazionale.  Dovrebbe trattarsi dell’ultimo disperso di Amatrice, con un numero complessivo delle vittime che sale così a 296.

“Le operazioni di recupero sono particolarmente complesse – spiegano dal Comando provinciale di contrada Rio- probabilmente termineranno domani mattina. Si tratta di un intervento molto difficile in quanto quel che resta dell’abitazione è franato e rischia di finire in un dirupo”. Sul posto anche il personale VF speleo alpino fluviale di Isernia, che insieme ad altre squadre sta operando da giorni. I pompieri lavorano agganciati dall’alto per mezzo di autoscala e con il braccio di una autogru vengono imbracate le macerie da rimuovere. Sul sito, nei giorni scorsi, ha operato anche un cane da ricerca salme della Medicina legale dell’Università di Foggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!