MOLISE DATI – Voltare pagina non solo è opportuno, ma necessario

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Abbiamo letto e riportato ieri le precisazioni su Molise Dati del presidente Cacciavillani. Non ci hanno cambiato né idee né stato d’animo. Stando alle funzioni a quanto produce e realizza per i compiti istituzionali e agli emolumenti percepiti dai dirigenti di Molise Dati, non abbiamo parole per quanto siamo esterefatti, arrabbiati, indignati, umiliati e tant’altro.

Che possano esistere ancora contratti di questo tipo intorno ai 150 mila euro annui, più di quanto percepisce la cancelleria tedesca Merkel, in una società in house comunque regionale, e  qualche altro dirigente poco al di sotto, ci sembra di essere a Dubai. E questo per anni. E per un tempo lungo abbiamo annotato cifre “insopportabili” anche per il Consiglio di amministrazione. Oggi a quanto pare qualcuno per sé le avrebbe ritoccate lievemente al ribasso, agli importi ben noti.

Per un ente subregionale che ha avuto problemi sindacali finanziari tecnici amministrativi e organizzativi, spesso al centro di forti cicloni politici e di carattere sindacali che giammai hanno toccato i vertici politici aziendali e amministrativi e che ha divorato milioni di euro solo per compensi, il tutto è inaudito. Si potrebbe dire che sono uscite, spese concordate contrattualmente all’interno di una spa che ha un Consiglio di amministrazione nominato fino a poco tempo fa per due terzi a maggioranza e quindi anche con rappresentanza politica di opposizione regionale (1/3) colpevole di aver fissato gli emolumenti su tali livelli, ma è altrettanto vero che esiste un’ etica una responsabilità sociale che dovrebbe suggerire e imporre altri comportamenti individuali e collettivi in un momento di forte crisi finanziaria di disoccupazione giovanile, di quasi miseria che ha occupato famiglie intere dove ci sono laureati senza lavoro e senza speranze per il futuro.

Modificare un sistema di questo genere è doveroso altrimenti è necessario ricondurre riorganizzare l’ente riabilitandolo al massimo a tutte le sue funzioni, alcune ora smistate addirittura all’esterno, al privato, incentivando all’uscita quel personale che costa in maniera inaccettabile e quindi eccessiva, riconfigurando e ricalibrando il servizio su nuove generazioni intellettuali e professionali, su modelli innovativi e quindi su altri obiettivi che la Regione deve assolutamente darsi nella sua futura programmazione anche con il supporto di una nuova Molise Dati. 

Aldo Ciaramella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!