SANITA’ – Si insedia la C.ivi.le organo di Consulta di operatori e cittadini

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Si è insediata ieri pomeriggio presso la Direzione generale per la salute della Regione la C.ivi.le la Consulta civica regionale di umanizzazione delle strutture ospedaliere. L’organismo consultivo, fortemente voluto dalla stessa Direzione generale della salute e previsto dal Documento programmatico in tema di umanizzazione delle strutture ospedaliere della Regione, nasce dall’impegno di coinvolgere nei processi decisionali ed organizzativi tutti gli attori che quotidianamente lavorano e fruiscono dei servizi sanitari regionali, compresi i cittadini.

L’umanizzazione è appunto la capacità di rendere i luoghi di cura e le pratiche medico-assistenziali aperti, sicuri e senza dolore, conciliando politiche di accoglienza, informazione e comfort con percorsi il più possibile condivisi e partecipati con il cittadino. Attorno al tavolo della Direzione per la salute si sono ritrovati i rappresentanti individuati e designati dalle stesse strutture in rappresentanza dell’ASReM e delle strutture private accreditate, (Neuromed, Fondazione Giovanni Paolo II, Villa Maria, Gea Medica, insieme al rappresentante del Tribunale dei diritti del Malato–CittadinanzAttiva Molise.

Tra i diversi argomenti all’ordine del giorno, è stata rintracciata la necessità di migliorare le condizioni di comfort  e rendere più vivibili i servizi che hanno maggior volume di ingressi dei cittadini/utenti (pronto soccorso, emergenza, sale parto) oltre all’esigenza di migliorare attraverso percorsi formativi specifici, alcuni aspetti del lavoro degli operatori sanitari. La Consulta diventerà inoltre punto di riferimento per progetti nazionali e regionali relativi ai temi dell’empowerment, della centralità della persona e dell’umanizzazione.

Nel corso dei prossimi mesi, infatti, prenderà il via una ricerca della Direzione generale per la salute in tandem con l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) per compiere una valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero e che coinvolgerà cittadini, associazioni e tutte le strutture ospedaliere. In questo periodo di riorganizzazione della rete dei servizi sanitari caratterizzato anche dalla scarsità di risorse, la Direzione per la salute ha inteso proporre una modalità quanto più partecipata per intervenire sulle criticità con il pieno coinvolgimento degli stakeholder.

La Consulta civile sarà lo strumento attraverso cui, appunto, verranno perseguire iniziative di audit civico, istituzionalizzandole all’interno di un percorso condiviso con le Istituzioni che hanno l’onere di pianificare, organizzare e gestire l’assistenza ospedaliera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!