SOCIALE – Di Perna: “La Regione assegni alle politiche sociali una priorità assoluta”

Blackberries Venafro

ISERNIA – “Mettere al centro della programmazione del Comune di Isernia le politiche sociali. È una esigenza che nasce non solo dalla mia convinzione personale, ma anche e soprattutto dalla costante richiesta di aiuto che proviene da parte di coloro che appartengono alle fasce sociali deboli e svantaggiate della nostra città. Una priorità, dunque, quella delle politiche sociali che caratterizzerà l’operato della nostra amministrazione e lo faremo anche rappresentando i bisogni dei nostri cittadini alla Regione Molise”.

Pietro Paolo Di Perna ha aperto così l’affollata assemblea che ieri pomeriggio, nell’aula consiliare del Comune di Isernia, ha trattato i temi del terzo settore, alla presenza del sindaco Giacomo d’Apollonio, dell’assessore alle politiche sociali , del vicesindaco Cesare Pietrangelo e del segretario generale Claudio Uccelletti.

“Purtroppo – ha ricordato l’assessore – i Comuni, come molti di voi sanno, non gestiscono più risorse finanziarie direttamente, ma solo attraverso altri enti, quali appunto la Regione Molise. Tale meccanismo crea delle situazioni per cui il Comune si trova a gestire delle iniziative senza denaro in cassa e, quindi, è impossibilitato a trasferire ai beneficiari le risorse loro spettanti. Questo avviene per le borse lavoro attivate e in corso di svolgimento, per le nuove iniziative in essere, tra cui il sostegno per l’inclusione attiva (SIA), e, non ultimo, il programma per la non autosufficienza”.

In merito al “Fondo per la Non Autosufficienza”, l’assessore ha sottolineato: “la Regione Molise ha i soldi ma non provvede a trasferire le risorse ai Comuni, nonostante gli Uffici competenti regionali abbiano puntualmente emanato gli atti amministrativi di competenza (solo per citare un esempio: il contributo di 400 euro per il periodo dicembre 2105 / maggio 2016).

Mi preme anche ricordare il ritardo nel trasferimento dei fondi da parte della Regione per i servizi attivati nel piano sociale di zona, risorse ferme al 2015. Ciò causa un notevole ritardo nel pagamento alle cooperative e a tutti i soggetti che, a vario titolo, gestiscono servizi per conto dell’ambito. Ma l’obiettivo dell’incontro di oggi non è quello di fare sterile polemica, bensì quello più nobile di condividere insieme necessità e strategie che dovranno impegnare non solo l’amministrazione che rappresento, ma anche e soprattutto la Regione Molise.

Ritengo che, oggi più che mai, la Regione debba fare una scelta di campo: assegnare alle politiche sociali una priorità assoluta.
Insieme, al termine di questo incontro, che mi auguro non sia l’ultimo ma il primo di una lunga serie, mi piacerebbe che stilassimo un documento condiviso che impegni la Regione Molise in questa direzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!