EDILIZIA – L’Acem scrive a Renzi e chiede sgravi fiscali per la messa in sicurezza degli edifici

Assicurazioni Fabrizio Siravo
Blackberries Venafro
5x1000 Neuromed
Panificio Di Mambro Venafro

CAMPOBASSO – L’Associazione costruttori edili del Molise si è rivolta al Premier Matteo Renzi per sollecitare una azione incisiva da parte del Governo volta a favorire  la realizzazione di interventi preventivi di messa in sicurezza degli edifici, allo scopo di scongiurare il ripetersi di altre sciagure come quella dello scorso 24 agosto. Tutto questo attraverso l’adozione di  misure concrete ed eccezionalmente straordinarie da ridisegnare nel pacchetto dei prossimi provvedimenti finalizzati a promuovere una strategia articolata e strutturale per la messa in sicurezza antisismica del patrimonio immobiliare e storico del Paese.

Nello specifico, l’Acem ha richiesto ufficialmente di istituire anche a titolo sperimentale per un determinato periodo, degli incentivi fiscali specifici per i lavori di adeguamento sismico degli edifici esistenti, stabilendo una detrazione IRPEF – IRES straordinaria e specifica pari al 100% delle spese sostenute,  a beneficio dei soggetti che realizzeranno tali interventi. L’Associazione è convinta che  i costi per la copertura finanziaria di una simile misura siano di gran lunga inferiori a quelli necessari per fronteggiare eventi calamitosi come quelli accaduti e per effettuare poi la ricostruzione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!