PALAZZO SAN GIORGIO – Per l’auto blu insorge 5 Stelle, ma il sindaco subito ribatte

mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Nasce il caso dell’uso dell’auto blù anche al Comune di Campobasso. A sollevarlo il Movimento Cinque Stelle che in una conferenza stampa tenutasi a palazzo San Giorgio ha denunciato come una Fiat Tipo 1600 acquistata per accompagnare i minori in difficoltà in Tribunale o in strutture protette e in dotazione alla Polizia Municipale, sia stata usata, invece, dal sindaco per viaggi istituzionali e qualche volta anche da dirigenti del Municipio per spostamenti giustificati da motivi di ufficio.

La Fiat Tipo è stata acquistata ad aprile e pagata 17.800 euro insieme ad altre due Fiat Panda per una spesa totale di 40 mila euro. Il consigliere Gravina unitamente ai suoi colleghi del Movimento ha sottolineato anche che la Fiat Tipo è priva di accessori necessari per il suo utilizzo, sirena lampeggante e quant’altro e che il Comune quantunque vecchia ma con pochi chilometri sia proprietario di una Tempra.

Secondo il consigliere Gravina convinto che l’auto debba essere condotta da un vigile urbano e non da autista qualsiasi dipendente comunale possa essere anche usata dal sindaco. Quest’ultimo, però, per motivi di opportunità ne dovrebbe evitare l’utilizzo  e avrebbe fatto, comunque, meglio a dichiarare ufficialmente la necessità di un mezzo istituzionale comunale per i suoi spostamenti ufficiali  o a fittare quando è indispensabile auto e autista.

Non si è fatta attendere la risposta del Comune e del sindaco Battista. Quest’ultimo ha spiegato in una nota che l’auto viene utilizzata per svolgere tutti i necessari servizi esclusivamente legati all’attività amministrativa di Palazzo San Giorgio. Fino all’acquisto dell’auto in questione il sindaco ha utilizzato per gli spostamenti ufficiali, dentro e fuori dalla regione Molise, i mezzi pubblici o l’auto privata senza mai richiedere il rimborso spese in nome di quel senso di responsabilità e di rispetto verso le istituzioni e la situazione economica di Palazzo San Giorgio.

Sull’utilizzo improprio della vettura – acquistata anche per accompagnare i minori in strutture protette – contestato dal gruppo consiliare dei Cinque Stelle, dal Municipio precisano che <l’auto può essere utilizzata anche per altri scopi e che anche il conducente, nell’ottica dell’ottimizzazione sei servizi e della disponibilità del Corpo dei Vigili Urbani, non deve obbligatoriamente essere un rappresentante della Municipale>.

In una nota di qualche giorno fa, il dirigente alla Polizia Municipale, l’avv. Matteo Iacovelli, aveva già chiarito la questione spiegando che <Il sindaco può utilizzare l’auto della Polizia Municipale per ragioni inerenti al mandato in quanto il Corpo fa capo a lui e in tali occasioni l’ha utilizzata con alla guida un autista perché il personale di Polizia non poteva essere distolto dalle altre attività L’assessore al ramo può essere trasportato per ragioni inerenti al mandato>. Si tratta comunque di una questione di opportunità, di risparmio economico e di energie. Per quanto concerne invece la mancata rottamazione della vecchia auto a disposizione della Polizia municipale, <la stessa – precisano dal Comune – è ancora in uso, sono invece state rottamate le auto che non venivano più utilizzate>

Rispondendo sempre alle accuse dei Cinque Stelle da Palazzo San Giorgio confermano che <Non è stata presa in considerazione l’ipotesi del noleggio con autista perché, qualche anno fa questa amministrazione ha utilizzato la formula suggerita dai pentastellati che si è rivelata essere molto più dispendiosa>.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: