CRONACA – A caccia di cinghiali in periodo vietato, deferiti in tre

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

CONCA CASALE – Stavano cacciando cinghiali in periodo vietato. Una pattuglia del Comando stazione Corpo Forestale dello Stato di Venafro, nell’ambito di servizi mirati di polizia venatoria, e in seguito a una segnalazione telefonica da parte di un cittadino, ha sorpreso nel territorio di Conca Casale, in località Monte Corno Vettese, tre cacciatori che detenevano all’interno di un fuoristrada carne appena macellata di cinghiale.

Secondo le norme di legge, però, questo ungulato è venabile dal 2 novembre al 30 gennaio della stagione venatoria. Per questo motivo i tre sono stati deferiti e la selvaggina, le armi e le munizioni sottoposte a sequestro penale. Le pattuglie in servizio sul territorio provinciale, poi, hanno sorpreso e sanzionato numerosi cercatori di funghi irregolari. Questi, infatti, sono stati trovati sprovvisti del tesserino di idoneità alla raccolta e di un capo di abbigliamento ad alta visibilità, obbligatorio se si esercita la raccolta in aree dove è consentita anche la caccia. Alcuni, tra l’altro, utilizzavano raccoglitori non idonei poiché non consentivano la dispersione delle spore fungine.

Nei prossimi giorni i controlli della Forestale proseguiranno e consentiranno di prevenire e reprimere illeciti che comportano danni, talvolta irreversibili, alle varie componenti ambientali e al paesaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: