ZUCCHERIFICIO – Area di crisi, un “cacio” che va su tutto

Maison Du Café Venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO – Continua il presidio presso lo zuccherificio di Termoli. Oggi i lavoratori si sono incontrati con Franco Spina della Cgil con cui hanno discusso più che altro sulle strade da seguire per una futura ricollocazione visto che la mobilità ormai, a meno di miracoli dell’ultim’ora, potrebbe essere un dato certo. Come ultimo tentativo gli Rsu avranno un incontro anche con il curatore fallimentare mentre tutto viene ricondotto al riconoscimento dell’area di crisi industriale di Termoli annunciata stamane anche dall’on. Venittelli, strumento finanziario statale presentato come la panacea di tutti i mali.

Sostegni che però bisogna ricordare vanno alle imprese e alle aziende dell’area termolese e non direttamente ai lavoratori che a loro volta dovrebbero essere ricondotti nel processo produttivo locale dopo una dovuta riconversione formativa attraverso una mirata selezione delle figure da utilizzare per ogni sistema aziendale che accede alla programmazione dell’area di crisi. Il problema dello Zuccherificio comunque rimane in piedi in tutta la sua drammaticità,  la prosecuzione del sostegno sociale, chiamasi cassa integrazione in tutte le sue specie o altro, va risistemata anche in via provvisoria legandola se possibile a una minivita dello stesso stabilimento termolese,  altrimenti tutti vanno a casa senza alcuna protezione previdenziale sociale e finanziaria.

Il processo dell’area di crisi è più o meno lungo mentre il problema della “sopravvivvenza” dei lavoratori è di oggi. La politica non parli sempre di questa benedetta a area di crisi come il punto di arrivo il “118” di tutti i disastri regionali, studi, si ingegni, invece, a recuperare sul filo di lana la soluzione che possa tutelare per il momento i lavoratori e in un futuro calendarizzato e quindi responsabile recuperare il salvataggio di un’altra filiera fiore all’occhiello per decenni dell’agroalimentare regionale.

Aldo Ciaramella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: