VENAFRO – Biblioteca comunale chiusa, manca l’attestato di agibilità

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana

VENAFRO – A poco più di un mese dall’inaugurazione, la Biblioteca di Venafro resta chiusa perché manca l’attestato di “agibilità”. “Tale documento – spiega il responsabile del Settore Lavori pubblici e manutenzione – verrà richiesto al Settore urbanistica dopo l’emissione, da parte della direzione lavori,  del certificato di regolare  esecuzione”.
Ma per ora, il risultato è che la nuova struttura, fiore all’occhiello per accessibilità e abbattimento delle barriere architettoniche, è di fatto off limits, sia per i cittadini normodotati che per  le persone diversamente abili.

Lo denuncia il capogruppo di opposizione Alfonso Cantone che, in merito, ha inviato una missiva al prefetto di Isernia, Fernando Guida. Questo il testo:

“Mi perdoni, se oso scriverLe direttamente, e in prima persona.
Sono Alfonso Cantone, avvocato del foro di Isernia, consigliere di minoranza al Comune di Venafro, che la vulgata vuole anche con il ruolo di capogruppo dell’opposizione.
Non pretendo che Lei si ricordi di me, ma più volte ho avuto l’opportunità di incontrarLa in Venafro e in altre località della Provincia, in occasione di eventi di cui il Suo ruolo di rappresentante del governo Centrale necessitava la presenza.

L’opportunità di questa mia – scrive Cantone – è dovuta alla inaugurazione della Biblioteca Comunale della Città di Venafro l’8 settembre scorso da Lei presenziata insieme al Sindaco e al Presidente del Consiglio Regionale. Non ero presente, e me ne dolgo (occupato com’ero da pressanti impegni professionali), ma nel resoconto televisivo che ho avuto modo di vedere era palese nei volti la gioia e la soddisfazione per un evento da tempo atteso da tutta la cittadinanza che si è vista arricchita di un prezioso elemento per la crescita culturale della Città.
Lei comprenderà quale è stato il mio stupore quando il dì seguente, recandomi a vedere i locali arricchiti da migliaia di volumi , trovavo chiusa la porta d’ingresso su cui era apposta questa comunicazione: “ chiuso per motivi di organizzazione interna” .

Il resto Le è noto dalle cronache della stampa locale.

Allo scrivente sorgeva il dubbio che i “motivi di organizzazione interna” nascondessero ostacoli non proprio ordinari, ma probabilmente straordinari, per cui ho chiesto l’accesso agli atti che, esaminati, davano sorprendentemente il risultato che i locali erano sprovvisti di agibilità.
La curiosità, Lei comprenderà, si è mutata in tal modo in indignazione e l’indignazione mi provoca di chiederLe scusa a nome di tutta la cittadinanza venafrana (nella forma spetterebbe ovviamente al primo cittadino e non certo a me ma…).
All’indignazione – commenta – segue sorpresa mista ad amarezza: perché tanta fretta nel voler aprire la Biblioteca? Perché non aspettare la regolarità degli atti Amministrativi, senza rischiare la possibilità di provocare danni a persone e cose (inevitabili da supporre in mancanza degli atti che ne giustificavano l’usufruibili )?
Grazie, Sig. Prefetto della lettura che ha dato a questa mia e non se ne abbia se -conclude  Cantone-, nell’inviarla in regolare raccomandata, io abbia chiesto, in attuazione dell’assoluta trasparenza che Lei certamente condividerà, alla stampa, pubblica diffusione e conoscenza.
Suo Alfonso Cantone”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: