POLITICA – Moscato replica a Monaco: “Esternazioni strumentali e gravissime”

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

ISERNIA – “Rimango esterrefatto dalle calunniose affermazioni riportate dal sig. Vittorio Monaco, il quale accusa l’attuale amministrazione tutta di “inconsistenza politica” e di iniziative tese al raggiungimento di “esclusivi tornaconti personali”, nonché il Sindaco di essere “ostaggio della sua stessa Giunta” e di altri, non ben chiariti, condizionamenti politici”. Così il consigliere comunale Nicola Moscato ha voluto replicare a Vittorio Monaco, esponente del Movimento cinque stelle.

Tali esternazioni – afferma Moscato – oltre a palesare un’evidente disinformazione in relazione alle reali attività poste in essere dall’attuale amministrazione (la quale, si ricorda, si sta confrontando con enormi problematiche in ogni campo, scaturenti da altrui e passate responsabilità), hanno il sol fine di gettare gratuito fango sulle singole persone che – a discapito della propria attività professionale – stanno dedicando il proprio tempo alla nostra collettività e si ritrovano, senza alcuna fondata motivazione, a dover subire deliranti accuse di qualche personaggio che, evidentemente ancora frustrato dal risultato delle urne elettorali, non ha di meglio da fare che attaccare la correttezza e l’onorabilità dei singoli consiglieri comunali,  sminuendo altresì la libera scelta di voto dei cittadini di Isernia alle scorse comunali di Giugno.

Ancor più grave – continua il consigliere di maggioranza – appaiono tali affermazioni, laddove si consideri che il Sig. Monaco dovrebbe essere espressione di un movimento, che dichiara apertamente di prendere distanza dal tradizionale modo di fare della politica e che ha sempre auspicato un confronto diretto per la risoluzione delle problematiche a difesa del bene comune; fine, quest’ultimo, che non si rileva in nessuna delle farneticanti argomentati mosse dal Monaco, il quale ha semplicemente proceduto ad una premeditata e gratuita azione denigratoria.

Sarebbe interessante conoscere dall’irruento interessato quali sarebbero questi fantomatici  “interessi esterni” a cui allude nel proprio articolo , dal momento che – sin dal nostro insediamento –  vengono presi in considerazione unicamente interessi della collettività, nonché valutati tutti i progetti, anche quelli non ricollegati direttamente alle idee dell’amministrazione ma ugualmente ritenuti meritevoli di essere approfonditi e perseguiti.

Sfugge, totalmente, all’attenzione del Monaco che l’attuale amministrazione ha dovuto fronteggiare (ed, ancor oggi, fronteggia) vere e proprie emergenze, come quella legata all’edilizia scolastica e all’apertura della piscina comunale , in relazione alle quali ci saremmo aspettati – anche dall’espressione politica da lui rappresentata – concrete e documentate proposte alternative , che però non sono mai arrivate ; segno che , evidentemente, si preferisce sempre percorrere la strada della mera denigrazione piuttosto che fornire un contributo fattivo alla risoluzione delle gravose problematiche ereditate da anni dalla nostra città.

Del tutto strumentali e gravissime – incalza Moscato – sono, altresì, le esternazioni riguardanti il documento sulla Sanità, già votato e mai imposto, come erroneamente sostenuto dal disattento Monaco,  in Consiglio Comunale. Non vale la pena neppure di commentare le ridicole illazioni di “presunti accordi” con i vertici regionali nella redazione del suddetto documento, che è stato frutto di semplici riflessioni interne all’amministrazione e stilato nell’unico intento di fornire un primo supporto di discussione all’interno del consesso ed aperto ad ogni tipo di proposta e/o di integrazione di tutti i singoli consiglieri comunali.

Assolutamente incomprensibili e tendenziose – chiosa – risultano essere le accuse riguardanti un presunto “tentativo di occupazione” dei luoghi pubblici destinati alla cultura. Basti ricordare all’interessato che sia l’Auditorium, sia l’ex lavatoio – da lui evocati nell’articolo – sono al centro di numerose attività culturali e sociali di pubblico interesse (come, ad esempio,  i numerosi eventi del Settembre Isernino, il Premio Paci, l’Orchestra Giovanile Citta d’Isernia, nonché la stagione teatrale 2016-2017 dell’Auditorium), che hanno riportato un grande apprezzamento da parte sia dell’opinione pubblica, sia della cittadinanza tutta.

Da ultimo, ricordo allo “smemorato” Monaco che l’attuale amministrazione è stata in assoluto la prima ad intraprendere iniziative di “democrazia partecipata”, organizzando ripetuti incontri con le rappresentanze della cittadinanza tramite il LIPA (Laborativo Inclusivo di Partecipazione Attiva).

Nel riservarmi di discutere all’interno del mio gruppo consiliare e della maggioranza tutta, sulle iniziative da intraprendere a tutela del nostro lavoro e della nostra immagine personale contro le infamanti dichiarazioni del Monaco, non mi resta che rimarcare fortemente – dichiara ancora il consigliere – che non siamo schiavi di nessuno, nonché di prendere atto nuovamente della scarsa (per non dire inesistente) collaborazione che una parte di minoranza pone in essere al di là delle mere dichiarazioni di facciata.

Parafrasando il titolo di un film come fatto anche dal diretto interessato – conclude  – “Non ci resta che piangere”!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: