REFERENDUM – Sulle dichiarazioni di Renzi aumenta la bufera

mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
vaccino salva vita

CAMPOBASSO – Le affermazioni del premier Renzi di qualche giorno fa sulla posizione dei consiglieri regionali del Pd che voterebbero No per il Referendum Costituzionale perché penalizzati da uno stipendio successivo, in caso di successo del No, che sarebbe uguale a quello del sindaco di Campobasso, circa tremila e cinquecento euro al mese, e  alcuni giudizi sulle dimensioni della regione e quindi di riflesso del suo peso socioeconomico e politico, hanno scatenato molta rabbia a palazzo D’Aimmo.

Tant’è che non sono mancate risposte abbastanza seccate e forti da parte di alcuni consiglieri regionali quali Iorio Lattanzio Totaro Cavaliere, Fusco Perrella e Scarabeo e altri che hanno fatto rilevare come il presidente del Consiglio dei ministri non manchi occasione per mettere in cattiva luce il Molise svuotandone con i suoi atteggiamenti e giudizi l’autonomia democratica. Ovviamente la questione non è sfuggita al Governatore Frattura.

Quest’ultimo certamente non è aiutato dal clima politico venutosi a creare anche in maggioranza certamente poco favorevole e di riflesso poco costruttivo in seguito a tale episodio. Le  valutazioni del Premier indirettamente non hanno, infatti, né stimolato né giovato alcuno. Intorno a un conservatorismo di ferro, a dire il vero, però, si è aggiunto ancora tanto ferro spinato.  Frattura, tuttavia, ha comunicato che quanto prima, anzi subito, chiederà un faccia a faccia con Renzi per avere chiarimenti su quanto accaduto a Frosinone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: