AMBIENTE – Parco nazionale del Matese, Venittelli: “tutori dell’emendamento alla Camera”

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

ROMA – L’onorevole dem Laura Venittelli commenta favorevolmente l’approvazione  della proposta di legge sul Parco del Matese nel primo ramo del Parlamento.
“Commentiamo favorevolmente l’approvazione nel primo ramo del Parlamento della proposta di legge che istituisce il Parco nazionale del Matese e assicuriamo che seguiremo con estrema attenzione l’iter legislativo alla Camera dei deputati. Un esempio questo, di come il cosiddetto bicameralismo perfetto dilati i tempi di approvazione dei provvedimenti, poiché oltre che al Senato si dovrà esprimere sul medesimo testo, senza cambiare una virgola, anche l’assemblea di Montecitorio.
Qualora ci saranno delle modifiche occorrerà tornare di nuovo al Senato. A Montecitorio saremo i tutori dell’emendamento e della istituzione del Parco del Matese, su cui c’è stata attività di sensibilizzazione in aula con ordini del giorno e la stessa proposta di legge a firma della sottoscritta. Con l’approvazione alla Camera finalmente il nostro parco diventerà un fatto concreto”.

Soddisfatti anche da Legambiente.
Manuela Cardarelli presidente di Legambiente Molise e di Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania,  commentano: «Siamo felici che dopo trent’anni di impegno costante e pervicace della nostra associazione è stato approvato al Senato un emendamento al Disegno di Legge che istituisce il Parco nazionale del Matese, ora chiediamo alle Regioni Molise e Campania di istituire un Comitato congiunto per accelerare l’iter e definire il perimetro, da condividere con i comuni e le comunità locali, in attesa che la legge passi in via definitiva alla Camera. Per seguire questo percorso, e per continuare a informare i cittadini molisani e campani, abbiamo deciso di riprendere il percorso degli Stati generali del Parco del Matese di cui sarà organizzata, congiuntamente, una nuova edizione che coinvolgerà i due versanti del Matese.

La nascita del parco nazionale del Matese – affermano dall’associazione – è una opportunità per le popolazioni locali che vivono su entrambi i versanti del Massiccio, e che aspettano di vedere valorizzato il patrimonio di natura e cultura che da secoli preservano ancora intatto ma che da questo non ricevono benefici significativi perché questo pezzo di Appennino non è tutelato, valorizzato, conosciuto o fruito in maniera sostenibile. Il Parco è la risposta adeguata per veder nascere, finalmente, in questi territori una economia sostenibile, sana e pulita, che concluda la triste pagina di investimenti pubblici sbagliati e devastanti per il territorio che hanno generato consumo di suolo, depauperamento risorse economiche, senza creare benessere. Il Parco, infine, rappresenta la risposta di un rinnovato interesse dello Stato centrale verso un territorio che continua a stare ai margini ma che ha l’occasione – concludono – di rialzarsi e progettare e disegnare il proprio futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: