CRONACA – Spacciava droga tra minori, pusher pakistano in manette

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro

CAMPOBASSO – La Squadra Mobile di Campobasso ha arrestato in flagranza di reato un pakistano, Sai Akhtar Hussein Ijaz, classe 1973.
Jasir, così era conosciuto a Campobasso, aveva allestito una vera e propria piazza dello spaccio nella sua abitazione del centro storico, in vico Tre dita.

I suoi clienti erano giovanissimi, soprattutto ragazzine tra i 15 e i 17 anni che alle aule scolastiche preferivano la sua casa. Spesso saltavano le lezioni per intrattenersi da lui a fumare droghe.
Arrivato in Italia nel 2015, si era spacciato per afghano per ottenere protezione internazionale. Poi aveva iniziato la sua fruttuosa attività tra i vicoli del capoluogo.

Gli uomini della Questura lo avevano già fermato una volta, esattamente due mesi fa, nel corso di un blitz antidroga. In quell’occasione lo straniero era stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora, con il divieto di uscita nelle ore serali e notturne. Ma gli agenti non avevano distolto l’attenzione, continuando a tenerlo sotto controllo. L’attività era proseguita senza alcun ritegno.

Poi lo scorso martedì il secondo blitz. Questa volta, nel corso della perquisizione, il 43enne è stato beccato con dosi marijuana (80 grammi) e hashish (130 grammi) già confezionate, un bilancino di precisione e un coltello. In casa anche due assuntori, un uomo e una donna.

Oggi il processo per direttissima: il giudice per le indagini preliminari Teresina Pepe ha disposto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

A margine dell’udienza nell’aula del Tribunale di Campobasso, Jasir ha inscenato una protesta (contenuta dagli agenti presenti) togliendosi scarpe e vestiti. Subito dopo ha accusato un malore, al punto da rendere necessario l’intervento del 118 ed il suo trasporto presso il pronto soccorso del locale nosocomio, dal quale è stato subito dimesso. Attualmente è  detenuto nel carcere di Campobasso.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: