SANITA’ – Senza un passo indietro del governo regionale la “Cattolica” chiuderà

vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – A rischio chiusura dal 1° gennaio del prossimo anno la Cattolica di contrada Tappino. Il taglio di 2,6 milioni di euro sul budget del 2016, aggiunti ai 3 milioni di euro del 2015, arriva come una sofferenza economica insopportabile per i costi e gli oneri della struttura biomedica campobassana.

Questa determinazione annunciata già da qualche giorno arrivata dopo il decreto firmato dal governatore Frattura di fine novembre che stabilisce la riduzione di oltre due milioni e mezzo di euro alla Fondazione Giovanni Paolo II, è stata annunciata nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamattina presso la Curia arcivescovile di Campobasso presenti l’arc. Bregantini, Carlo De Filippo direttore del Dipartimento malattie cardiovascolari, Fabio Rotondi direttore del Dipartimento  Chirurgia generale e oncologia e Giuseppina Saòllustio direttrice dei servizi della Fondazione. Durante l’incontro con la stampa sono stati illustrati alcuni numeri sulle prestazioni e le spese attive e passive dei servizi erogati e l’organizzazione dell’incontro pubblico programmato nella sala della Costituzione della Provincia di Campobasso il 15 dicembre prossimo  a cui seguirà la recitazione di un Rosario meditativo presso la Cattedrale di Campobasso.

La Cattolica lancia, pertanto, l’appello  a “Difendere insieme la salute dei molisani” e quindi  “Indebolire la Cattolica significa indebolire l’intero sistema sanitario nessuno ne beneficerà”. A rischio con la chiusura, ovviamente, ci sono oltre ai servizi di alta specializzazione nella cardiochirugia oncologia e chirurgia generale, anche i 480 posti di lavoro che qualche anno fa sono stati sacrificati e quindi trasformati  a contratti di solidarietà per salvare l’occupazione a tutti. Ora ovviamente come è emerso dalla conferenza stampa, però, si tenterà, la strada della mediazione nel tentativo di far ritornare indietro il Governatore Frattura. In caso contrario la Fondazione Giovanni Paolo II ha già pronti i ricorsi amministrativi che produrrà insieme a Neuromed l’altra struttura privata che si è vista tagliare qualche altro milione di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: