SPORT – Allenarsi con le basse temperature, consigli e trucchi per non farsi sorprendere dall’inverno

Black&berries Venafro
franchitti interiors
5x1000 Neuromed
Assicurazioni Fabrizio Siravo

SPORT – Gli amanti dello sport all’aperto in particolar modo, sanno quante insidie possano nascondersi dietro alla pratica sportiva al freddo. Numerose sono le discipline che richiedono particolari attenzioni alle basse temperature: jogging, running, ciclismo, sono solo alcuni esempi di sport che con le basse temperature in inverno possono avere dei problemi. Ma come gestiamo queste condizioni senza rinunciare così al nostro sport preferito? Ecco alcuni pratici consigli:

  • ABBIGLIAMENTO: la scelta dell’abbigliamento tecnico di qualità risulta fondamentale. Tuta, body, calze, guanti, copricapo, maglie e pantaloni saranno da scegliere maniacalmente affinchè assicurino temperature ottimali, resistenza al freddo, ma allo stesso tempo traspirabilità e sicurezza.
  • RISCALDAMENTO: la fase di riscaldamento dovrà essere dettagliatamente programmata all’inizio della seduta in modo da evitare spiacevoli inconvenienti dovuti al freddo eccessivo. Infortuni muscolari sono molto più frequenti a basse temperature. Curare i primi 10 – 15 minuti iniziali con esercizi a bassa intensità seguiti da uno stretching balistico leggero aiuterà a ridurre al minimo il rischio di infortunio.
  • USARE OLI E CREME RISCALDANTI: può essere utile a chi tarda a raggiungere un punto di riscaldamento ottimale, applicare sui distretti maggiormente utilizzati, applicare degli oli o creme riscaldanti specifici che aumenteranno la vascolarizzazione del muscolo interessato facilitando il condizionamento iniziale.
  • ESSERE GRADUALI: uscire a praticare sport con basse temperature può essere deleterio se fatto in modo brusco. Se siete stati sedentari fino ad ora e decidete di fare sport, magari prima di uscire alle sei del mattino con 0 gradi, cominciate a metà mattino quando il sole è più alto e poi man mano cercate di abituarvi a temperature più basse ad altri orari.
  • EVITARE DI RIMANERE FERMI TROPPO A LUNGO: una delle principali cause di malanni dovuti ad attività fisica all’aperto è il classico colpo d’aria. Mentre stai praticando sport sarebbe opportuno mantenere sempre un certo grado di intensità (fc cardiaca mai sotto il 30-40% della FCmax) affinchè le funzioni del corpo rimangano impostate ad un certo regime e ad una certa temperatura. Scendere nel regime di riposo e restare troppo tempo esposti al freddo può “freddare” il sudore sulla pelle aumentando il rischio di beccarsi appunto un raffreddore e nei casi peggiori febbre.
  • RESPIRARE REGOLARMENTE: non forzare più di tanto la respirazione, ma seguire il naturale ritmo del respiro, quanto più è possibile naso-bocca così da garantire il naturale filtro offerto dai turbinati nasali e i peli presenti in essi verso alcuni germi e batteri, nonché scaldare l’aria che arriva ai polmoni in modo graduale.

Insomma l’inverno è solo una delle 4 stagioni in cui fare sport. Non farti cogliere impreparato.

ChineSil Dott. Mario Silvestri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »