COLDIRETTI MOLISE – Ingenti i danni dovuti all’emergenza neve

pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

AGRICOLTURA – L’eccezionale ondata di neve ha portato a ingenti danni all’agricoltura e alla zootecnia molisana. La Coldiretti Molise inizia a fare la conta delle perdite subite, chiedendo altresì al ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, il riconoscimento dello stato di emergenza per le zone flagellate dal maltempo, per cui la regione Molise e la provincia di Campobasso dovranno impegnarsi per far partire l’iter burocratico.

“Non è ancora possibile quantificare le perdite subite – spiega il direttore regionale di Coldiretti, Saverio Viola – in quanto i settori colpiti spaziano dall’agricoltura, con le colture orticole ed arboree per arrivare alla zootecnia, passando per i danni alle molteplici infrastrutture dei settori sopra menzionati. In queste ore – aggiunge Viola – stiamo procedendo con più approfonditi controlli presso i nostri soci al fine di avere un quadro preciso della situazione e procedere con le eventuali richieste di sostegno”.

Maggiori problemi si riscontrano nel Basso Molise, dove le produzioni orticole a pieno campo (finocchi, rape, cavolfiore, broccoli, verze, insalate e carciofi) hanno subito danni ingentissimi da gelature, facendo registrare una perdita, ad oggi, di oltre il 50% del raccolto.  Lo stesso dicasi per le colture arboree, specie frutteti vari, oliveti e vigneti, anch’esse flagellate dal gelo. La situazione non è molto diversa nella zona di Bojano e Cercemaggiore dove i danni agli alberi da frutto si sono sommati a quelli dovuti dal mancato ritiro del latte dalle stalle, in taluni casi anche per quattro giorni consecutivi (si parla di quintali di latte non ritirati a causa della difficile percorribilità delle strade).

Altre difficoltà nel comune di Matrice, dove a causa della mancanza di energia elettrica non si è potuto mungere le mucche, causando agli animali la mastite alle mammelle, un’infiammazione che impedisce di vendere per almeno 10 giorni il latte dei capi che ne sono colpiti, con grave perdita economica per gli allevatori. A tutto ciò vanno inoltre sommati i danni provocati dal crollo di capannoni e rimesse agricole.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: