CRONACA – Domestica infedele ruba oro e gioielli alla padrona di casa

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – I carabinieri della Stazione di Campobasso, a conclusione di indagini, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica una domestica 34enne, rumena. Dovrà rispondere di furto aggravato.

La donna sarebbe l’autrice del furto di monili in oro e preziosi, ai danni della sua datrice di lavoro: una signora 63enne di Campobasso.

I furti sono avvenuti tra il maggio e l’agosto 2016 presso le due abitazioni della vittima.

La straniera, che proprio in quei mesi lavorava nelle due case come collaboratrice domestica, si sarebbe impossessata di beni per un valore complessivo di circa 5.000,00 euro.

A provarlo i riscontri effettuati dai militari, presso alcuni “compro oro” del capoluogo, riscontri che hanno permesso di appurare le operazioni di vendita dei preziosi effettuate dalla domestica infedele.

Da successivi approfondimenti investigativi, è emersa anche la complicità del fratello: un  rumeno 45enne, che si è disfatto di parte della refurtiva vendendola presso un altro esercizio commerciale. L’ uomo è stato denunciato per ricettazione.

Nel corso delle attività è stato possibile recuperare solo una parte della refurtiva: una collana in oro, sottoposta a sequestro, in attesa di essere restituita alla legittima proprietaria.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: