VENAFRO – Giornata della memoria al Castello Pandone

castello pandone Venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

EVENTI – La giornata della memoria, internazionalmente celebrata il 27 gennaio per ricordare le vittime dell’Olocausto durante la Seconda Guerra Mondiale, verrà commemorata domenica 29 gennaio a Venafro nella suggestiva cornice del Castello Pandone alle 16:30 con l’appuntamento annuale dell’associazione “Agorà – idee in movimento”. In particolare quest’anno sarà ospite la professoressa Anna Foa (figlia primogenita di Vittorio Foa), che guiderà quanti parteciperanno attraverso le vie dell’antico ghetto di Roma e racconterà le storie drammatiche dei suoi abitanti di origine ebraica nel lungo inverno del 1943, a partire dalla grande razzia degli ebrei compiuta dai nazisti nella notte del 16 ottobre.

16237897_1744132342569883_1687354371_nLa professoressa Foa ha insegnato Storia Moderna presso la facoltà di Lettere dell’Università La Sapienza e nel corso della sua carriera accademica si è più volte occupata di storia degli ebrei, dal secolo XIV fino ai giorni terribili della Shoah. Nel 2013, Anna Foa ha pubblicato Portico d’Ottavia 13, storia di una casa ebraica al tempo della persecuzione degli ebrei romani. Nella casa di Via del Portico d’Ottavia – nel cuore dell’antico ghetto – la professoressa Foa ha lungamente vissuto e alle sorti di quanti vi risiedevano nel lontano 1943 ha dedicato le sue ricerche, così da ricostruire la vicenda particolare dei suoi abitanti e, più in generale, la vicenda collettiva degli ebrei romani durante l’occupazione nazista.

«Bisogna ricordare il male nelle sua estreme efferatezze: quando si pensa che uno straniero – o un diverso da noi – è un nemico, si pongono le premesse di una catena al cui termine c’è il lager, il campo di sterminio» – Vittorio Foa, partigiano di Giustizia e Libertà, padre costituente, intellettuale e giornalista.

L’iniziativa sarà realizzata, per il terzo anno consecutivo in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e il Polo Museale del Molise e si avvarrà del patrocinio del Comune di Venafro e della partecipazione degli istituti scolastici Giordano, Pilla e Testa. L’Arci Immigrazione di Isernia curerà un momento di riflessione dedicato all’attualità e alle mille tragedie che oggi ancora affliggono il mondo.

Auschwitz giornata della memoriaLa data del 27 gennaio indica la fine del genocidio perpetrato dai nazisti nei confronti degli ebrei, e segna la data della liberazione del campo di Auschwitz (simbolo della Shoah) da parte delle truppe sovietiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: