GIORNATA DELLO SPORT – I campioni Franco Baresi e Nicole Orlando ospiti d’eccezione

Assicurazioni Fabrizio Siravo
Pubblicità Molise Network
franchitti interiors
Black&berries Venafro

CAMPOBASSO – Momenti indimenticabili quelli di ieri al Teatro Savoia, al limite della capienza, per la “Giornata dello Sport” molisana che ha visto protagonisti gli studenti e gli atleti molisani. Ospiti d’eccezione sono stati, tra gli altri, il campione ed ex difensore del Milan Franco Baresi (che ha ricordato la partita giocata a Campobasso contro la squadra locale in cui militava anche Carmelo Parpiglia) e la campionessa mondiale di atletica leggera Nicole Orlando, vincitrice di ben quattro ori negli ultimi mondiali in Sud Africa. Premiato per l’occasione Marco Santucci, pallavolista campobassano, come Sportivo dell’anno 2016.

La campionessa paralimpica, ha raccontato la sua vita e la sua passione per lo sport: “Ho iniziato a praticare sport da quando avevo cinque anni avvicinandomi alla ginnastica ritmica. Poi pian piano mi sono appassionata dell’atletica leggera, passione che mi ha portato a conquistare i quattro ori ai Mondiali del Sud Africa. Provengo da una famiglia molto sportiva e quindi per me è stato facile a mia volta praticare più discipline sportive. Per avere risultati nella vita comune e nello sport bisogna avere una forte determinazione e una grande consapevolezza di ciò che si vuol fare. Ognuno ha il suo ruolo e deve svolgerlo nel migliore dei modi. Ai ragazzi presenti oggi a Campobasso voglio dire che bisogna mettere la stessa determinazione nello studio e nello sport affinché i propri sogni si possano realizzare in pieno. Ragazzi ascoltate sempre i consigli dei vostri genitori e dei vostri insegnanti per affrontare nel migliore dei modi la vita e le difficoltà che si possono incontrare. Io ho un carattere molto forte ed è per questo che fino ad oggi sono riuscita ad ottenere diverse soddisfazioni. Lo sport è la mia vita e oggi come oggi non ne potrei fare a meno. Non è facile conciliare una vita “normale” con il ritmo frenetico degli allenamenti e di una vita sportiva agonistica, ma vi assicuro che lo sport è la cosa più bella del mondo”.

Poi quando ha ricordato le medaglie vinte in Sud Africa Nicole ha pianto per l’emozione ricordando la nonna scomparsa. “Quando sono salita sul podio in Sud Africa ho alzato gli occhi al cielo e ho dedicato le mie vittorie alla mia nonna che non c’è più. Le ormai è in cielo e mi manca tantissimo, mentre io ora sono qui e devo vivere la mia vita e puntare decisa sui miei obiettivi sia come donna sia come atleta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: