VENAFRO – “PARTECIPA”, rottamare le ingiunzioni di pagamento notificate

pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro

TRIBUTI – Il nuovo movimento politico-culturale inizia a guardare con occhio sempre più critico, la vita politico-amministrativo del comune di Venafro, infatti, “PARTECIPA” fa domanda all’Amministrazione Comunale affinchè si attivi con urgenza ed entro la scadenza perentoria, con atti concreti e dovuti per aderire alla Norma, di seguito riportata, e non negare a tanti cittadini venafrani questa preziosa opportunità.

PARTECIPA<I Comuni hanno tempo fino al 1° febbraio per rottamare le ingiunzioni di pagamento notificate sia direttamente sia tramite i concessionari di riscossione.

La Norma rimette alle decisioni delle Amministrazioni Locali la regolamentazione dei criteri e delle modalità di accesso alla definizione agevolata lasciandogli ampi margini di autonomia.

Gli Enti Locali, quindi anche i Comuni,  hanno la possibilità di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate non riscosse, anche quelle tributarie, a seguito di provvedimenti di ingiunzione di pagamento, di cui al Regio Decreto n. 639 del 1910, notificati negli anni dal 2000 al 2016.

L’adesione alla definizione agevolata comporta l’esclusione delle sanzioni e forse anche degli interessi, applicate nell’atto portato a riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento.

La definizione agevolata rappresenta senza ombra di dubbio un vantaggio sia per il Comune, che avrà la possibilità di ottenere la riscossione dei crediti vetusti abbattendone i costi amministrativi e di contenzioso, sia per i debitori, quindi per i cittadini, che avranno la possibilità di ottenere una riduzione significativa del debito grazie alla cancellazione degli oneri accessori. Potrebbero rientrare in questa agevolazione, semmai il Comune lo stabilisce, tutti i tributi locali (IMU-ICI-TARI- ect) non pagati dai cittadini e oggetto oggi di ingiunzione di pagamento.

Sembra strano che a pochi giorni dalla scadenza l’Amministrazione Comunale di Venafro non abbia ancora convocato il Consiglio Comunale per deliberare, definire e regolamentare la rottamazione delle cartelle, sgravando così i tanti  cittadini, oggi già troppo tartassati, da ulteriori esborsi finanziari>.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: