CRISI – Consiglio regionale, protesta dei lavoratori di Gam e Zuccherificio

Consiglio regionale del Molise
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Urla e proteste di disperazione e di sfiducia verso tutti, dei lavoratori della Gam e soprattutto dello Zuccherificio.

Ieri in presidio presso il Consiglio regionale dove si è tenuto l’assemblea consiliare e dove l’assessore Facciolla, presente solo lui della Giunta regionale, ha cercato di spiegare ciò su cui la stessa Regione continua a lavorare nel tentativo di dare risposte a quanti sono rimasti senza lavoro.

Tre le mozioni presentate sulle criticità aziendali e occupazionali in aula due dal centrodestra e una dal consigliere Petraroia. Naturalmente il dibattito è stato concentrato interamente sulle problematiche delle due aziende più in crisi delle altre, Gam e Zuccherificio con momenti ad altissima tensione quando Facciolla ha cercato di riferire sulle due situazioni puntualizzando che la criticità della Gam appare superata con l’assegnazione dell’azienda ad Amadori su cui la Regione fa molto affidamento mentre per lo Zuccherificio si è materializzata una problematica drammatica con 69 lavoratori senza occupazione e senza ammortizzatori sociali.

E sono stati proprio quest’ultimi ad alzare il livello della protesta in aula dalla parte del pubblico puntando il dito contro il governo regionale e su quanto promesso ed evidentemente non mantenuto.

L’assessore Facciolla su quest’ultima questione ha tuttavia precisato che la Regione non essendo proprietaria al momento della struttura industriale non può programmare nulla nel merito del suo rilancio assicurando che a breve, però, partiranno i Bandi sulla revisione e quindi sulle possibilità di recupero di alcune opzioni riguardanti sostegni e opportunità di riqualificazione in vista di incentivi all’esodo scivoli pensionistici o future altre destinazioni lavorative.

Dopo il Consiglio di ieri, domani 8 febbraio, due appuntamenti importanti, intanto, chiariranno il futuro in qualche misura delle due aziende. A Roma al Ministero dello sviluppo economico Amadori per la Gam dovrà presentare il Piano industriale e qui si conoscerà probabilmente il destino dei circa 300 dipendenti dell’azienda avicola matesina, mentre per lo Zuccherificio <bandito> da qualsiasi interesse visto l’esito negativo di 13 avvisi di vendita  andati a vuoto, ci sarà l’apertura delle buste presentate per l’acquisto di alcuni pezzi della fabbrica per un valore di circa 700 mila euro.

Per l’azienda di Pantano Basso ovviamente è molto difficile considerare che possa avviarsi ad una riqualificazione industriale originaria, cioè alla produzione di zucchero, mentre nella migliore delle ipotesi è pensabile che possa essere riconvertita per altre destinazioni di utilizzo produttivo. Ipotesi ad oggi remote o forse un sogno. Nel frattempo la protesta dei lavoratori dello Zuccherificio in mobilitazione da settembre non si ferma. I lori presidi continueranno ovunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: