AUTOVELOX – Il comune di Macchia d’Isernia condannato

autovelox Macchia d'Isernia
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

MACCHIA D’ISERNIA – Probabilmente è stata posta la parola fine all’autovelox a postazione fissa installato illegittimamente dal Comune di Macchia d’Isernia lungo la Strada Statale n. 85 venafrana.

L’autovelox di Macchia d’Isernia è illegittimo. Questo è il “succo” della sentenza del Tribunale di Isernia, nella persona del giudice Vincenzo Di Giacomo, che ha condannato il comune di Macchia d’Isernia per ogni ricorso, alla refusione delle spese processuali in favore della parte appellata in euro 630, oltre le spese generali nella misura del 15% ed oltre quanto dovuto per legge.

Così Feliciantonio Di Schiavi (FIADEL): “Abbiamo sempre sostenuto che era illegittimo e lo abbiamo dimostrato con carte alla mano, però, incredibilmente ci siamo trovati contro il Comune di Macchia d’Isernia (sia il precedente che l’attuale Sindaco), la Prefettura di Isernia (sia il precedente Prefetto che l’attuale), la Polizia Stradale di Isernia che ha sempre certificato la sua legittimità, il Provveditorato alle Opere Pubbliche per il Molise che ha negato l’evidenza, l’ANAS ed altri ancora”.

“Siamo stati costretti a produrre migliaia di ricorsi avverso gli illegittimi verbali, presso il Giudice di Pace di Isernia perché il Prefetto di Isernia ci dava puntualmente torto e raddoppiava le sanzioni agli automobilisti. I Giudici di Pace di Isernia, con alta professionalità e competenza, ci hanno sempre dato ragione ed hanno anche condannato sia il Comune che la Prefettura, ma non si sono mai arresi”.

“C’è tanta amarezza in questa storia – continua Di Schiavi – perché le istituzioni dovrebbero essere le prime a rispettare le leggi, non dovrebbero costringere il cittadino alle vie giudiziarie, ma essere dalla loro parte. Quell’autovelox era ed è illegittimo e bene avrebbe fatto il Prefetto di Isernia e decretarne l’immediata rimozione così come fece il validissimo Prefetto F.F. Dott.ssa Caterina Valente nell’anno 2011, quando accertò che gli autovelox di Isernia e quello di Cantalupo nel Sannio erano illegittimi. Tutti la ricordano con piacere e  la rivorrebbero ad Isernia, ascoltava i cittadini e li tutelava dagli abusi”.

“Tra i diversi studi legali che hanno seguito l’annosa vicenda dell’Autovelox di Macchia di Isernia, che tante critiche ha suscitato tra i cittadini, va segnalato questo ultimo importante risultato ottenuto, tra gli altri, dagli avvocati appartenenti allo Studio Legale Carlo Izzi il quale, in particolare, ha seguito i patrocinati dell’Associzione Sindacale FIADEL” – conclude Di Schiavi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
fabrizio siravo assicurazioni

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
error: