AMBIENTE – Centrale idroelettrica sul Volturno, alcuni cittadini si mobilitano per scongiurare la costruzione dell’opera

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CERRO AL VOLTURNO – Alcuni cittadini di Cerro al Volturno si stanno mobilitando per ostacolare (si sta valutando anche una raccolta firme) la realizzazione di una centrale idro-elettrica sul fiume Volturno in agro di Cerro e Rocchetta.

In una lettera agli amministratori locali i cittadini chiedono che venga convocato il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno il parere del Comune di Cerro in merito all’eventualità della costruzione dell’opera, e che il Consiglio stesso deliberi di esprimere parere contrario alla costruzione di tale centrale chiedendo alla Regione di procedere alla revoca dell’autorizzazione.

“Si tratta di una domanda -ricorda Domenico Izzi- che fu presentata alla Regione dalla ditta SEA di Milano nel 2006. Nel 2012 si effettuò un sopralluogo a conclusione del quale sindaci di Cerro al Volturno e Rocchetta al Volturno si riservano di porre in essere ogni opportuna iniziativa atta ad evitare la realizzazione dell’intervento, poiché la realizzazione dell’opera priverebbe della risorsa idrica una parte del corso del fiume Volturno, con grave danno per la risorsa ittica e per l’ uso irriguo, specialmente nel periodo estivo.

Ma in seguito, nell’ottobre 2016, la Regione Molise decise la concessione alla ditta Ditta SEA, con opera di presa in località “Petrara” in agro di Cerro al Volturno, per realizzare un impianto della potenza nominale media di 368,94 Kw per la durata di anni trenta. Per ora la Regione ha concesso solo la “autorizzazione” alla derivazione.

Ancora non è stato firmato il contratto con la società SEA srl di Milano. Si deve espletare la procedura di “screening”, devono essere valutati tutti gli impatti, e deve essere presentato il progetto della centrale. La ditta dovrà depositare l’intera documentazione alla agenzia ARPA a cui compete fare l’istruttoria.

E’ da notare – continua – che il progetto ricade nell’ambito nel “Sito di Interesse Comunitario” (SIC) IT 212128 denominato “Fiume Volturno dalle sorgenti al fiume Cavaliere”. Il SIC è un corridoio ecologico che si sviluppa lungo il tratto superiore del fiume Volturno, del quale va considerata l’importante funzione. In vista di un Consiglio Comunale che dovrà esprimersi sulla vicenda, è stata trasmessa al Sindaco e ai Consiglieri la preoccupazione che nulla di positivo può derivare dalla realizzazione dell’opera”.

Secondo Izzi: “Nessun vantaggio economico ne deriverà al Comune o ai singoli cittadini. Nessun vantaggio occupazionale in quanto si prevede che la centralina funzionerà secondo le nuove tecnologie, sarà computerizzata e automatizzata senza persone addette.

Nessun vantaggio energetico in quanto si tratta di un impianto che darà una quantità minima di energia elettrica e – per quel che se ne sa – non ci sarà riduzione delle tariffe per il consumo di energia elettrica. Molto consistenti saranno invece i danni che la realizzazione del progetto arrecherebbe all’intera valle”.

La realizzazione della centrale lederebbe irreversibilmente tutte le peculiarità ambientali ed il micro-clima della zona di intervento. Occorre tenere conto delle caratteristiche idro-morfologiche del fiume Volturno tra il punto di prelievo e quello di restituzione delle acqua: questo tratto del Volturno è caratterizzato da una varietà del letto del fiume, con scivoli, piccoli bacini di calma, sponde naturali, letto sassoso e sabbioso, vegetazione selvaggia e versanti impervi che formano rifugi ideali per la fauna e danno luogo ad una eccezionale bio-diversità. La costruzione della centrale potrà incidere negativamente sull’ecosistema acquatico.

Le associazioni ambientaliste esprimono preoccupazione per i previsti effetti negativi sul paesaggio e sulla fauna, per le varie specie animali che utilizzano il fiume per i loro spostamenti indisturbati. Invece la zona in questione andrebbe valorizzata sfruttando tutte le potenzialità turistico-ambientali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: