SANITA’ – Protocollo d’intesa per la medicina penitenziaria

carcere campobasso
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Regione Molise,  ASReM e le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative dei Medici operanti nelle Case Circondariali, CISL Medici, FIMMG, SMI, SNAMI,  hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per l’organizzazione della Medicina Penitenziaria in ambito regionale.

L’accordo raggiunto, oltre a sanare l’aspetto retributivo dei Medici in servizio negli Istituti penitenziari del Molise, ripristina la presenza medica nell’arco delle 12  ore diurne presso la Casa Circondariale di Isernia e definisce le linee guida per l’ottimizzazione di questa specifica attività medica anche in ordine all’appropriatezza prescrittiva ed organizzativa mediante un continuo monitoraggio delle attività prestate.

E’ noto a tutti che la Medicina Penitenziaria, già in carico al Ministero della Giustizia, dal 2008 è passata a far parte del SSN e quindi delle AA.SS.LL.. Questo passaggio ha comportato necessariamente da parte delle Regioni, attraverso accordi integrativi locali o protocolli d’intesa, la presa in carico del personale sanitario già in servizio e in massima parte precario, oltre alla  riorganizzazione dell’assistenza sanitaria  all’interno degli Istituti di reclusione.

Nel Molise però si  è registrato un sensibile ritardo sia per l’inquadramento del personale sanitario mantenuto in servizio con una serie di proroghe a  scadenza dei contratti, sia per la definizione dell’ aspetto retributivo. La CISL Medici si è fortemente battuta  per superare questo stato di cose venutosi a creare, prima richiedendo l’istituzione di un tavolo sindacale e poi con pressanti richieste per portare avanti le trattative.

Solo alla fine del 2015 si è iniziato ad affrontare il problema,  assimilando il personale medico ai Medici della Medicina dei Servizi e predisponendo una graduatoria regionale ad hoc, con incarichi a termine della durata di 1 anno: questo, nelle more delle procedure di stabilizzazione e della contrattazione nazionale. Oggi possiamo dire, grazie anche alla sensibilità del Direttore Generale per la Salute della Regione Molise, Dott.ssa D’Innocenzo, ed alla Direzione Aziendale ASReM, che anche in Molise hanno trovato finalmente giusta soluzione  i problemi lamentati dai Medici della medicina penitenziaria.

Esprimo soddisfazione per questo Protocollo d’Intesa – ha dichiarato il segretario aggiunto della Cisl Abruzzo Molise dott. Pasqualino Di Iorio – . I Medici del Servizio Sanitario Penitenziario molisano hanno finalmente ottenuto quello che loro spetta, riacquisendo una dignità retributiva anche rispetto ai loro Colleghi delle altre regioni, ed ora anche la Casa Circondariale di Isernia, al pari delle altre, può contare sulla presenza attiva del Medico nell’ arco delle 12 ore diurne. Adesso dobbiamo portare avanti il discorso già avviato della stabilizzazione del personale precario e la CISL Medici, come sempre è stato, seguirà le vicende con grande attenzione, nell’interesse generale del servizio sanitario e a difesa dei diritti dei Medici e delle altre professionalità sanitarie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: