POLITICA – Ruta propone le Primarie per la scelta del candidato presidente alla Regione

Roberto Ruta
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Ruta bis. Dopo l’annuncio del suo schieramento alle Primarie del Pd a livello nazionale con il governatore della Puglia Emiliano e quindi dopo l’aperitivo di sabato, l’amaro di oggi, nella seconda conferenza stampa a distanza di due giorni.

Chiara la sua contrapposizione alla segreteria regionale del Pd e al governo Frattura, sempre più a ruota dell’on. Leva. Via alle Primarie quindi per il senatore campobassano in vista della candidatura per la presidenza della Giunta regionale del febbraio del 2018.

Chiara a questo punto potrebbe essere anche una sua avance non tanto più nascosta a voler partecipare alla corsa per palazzo Vitale. Lo non dice non lo dirà mai fino a settembre ma è uno degli obiettivi.

Una richiesta a favore delle Primarie  è stata inviata al presidente dell’Assemblea regionale on. Venittelli  firmata da 15 componenti della stessa Assemblea del Pd (Stefano Buono, Costanza Carriero, Giuseppe Chiappini, Francesca Di Cristofaro, Maria Di Lauro, Salvatore D’Amico, Leo Garofalo, Laura Greco, Giuseppe Laurelli, Giuseppe Libertucci, Agata Midea, Maurizio Moffa, Alessandra Salvatore e Alice Vitiello).

Quindi le date suggerite fino alle elezioni regionali del febbraio 2018 sono queste: presentazione di una mozione programmatica a fine marzo, convocazione dell’Assemblea regionale entro maggio, presentazione delle candidature a Governatore entro il 30 settembre, elezioni Primarie il 30 novembre. Primarie che ovviamente sono orientate a un cambiamento.

Con un Governotore uscente dello stesso partito quasi sempre c’è la riconferma di quest’ultimo senza passare sotto esami di base ma qui evidentemente le frizioni interne al Pd e le contestazioni sull’azione di governo regionale hanno alzato di moltissimo la polemica e le contestazioni interne ed esterne al Pd.

Il sen. Ruta ha chiarito nel corso della conferenza stampa di oggi che <non è un atto di forza ma un metodo per unire e non per dividere>. Poi invece va sul merito e sulla sostanza delle valutazioni soprattutto sull’azione dell’amministrazione regionale soffermandosi in particolare sulla sanità dove lui aveva proposto il 25% della disponibilità posti letto ai privati ha mostrato tutto il suo dissenso per quanto è successo nella rimodulazione del sistema <e invece Frattura si è diretto verso il 30% come non si è realizzata la mediazione con la Cattolica>.

Sulle infrastrutture e sulle politiche del lavoro, sociali e produttive a dimostrazione di uno scollamento sistematico che c’è stato a nessun livello nel confronto con il governo regionale, Ruta ha tenuto a sottolineare che non ha mai condiviso la scelta dell’autostrada ipotizzando il raddoppio delle Fondovalli del Molise e quindi della Bifernina.

Un impegno il suo che comunque fuori e a sostegno del Molise c’è stato in Senato e che lui ha voluto sottolineare. Soprattutto  quello relativo all’emendamento al Mille proroghe e quindi all’autorizzazione per il pareggio di Bilancio regionale da parte del Governo che ha permesso lo sblocco del turn over e il Bando dei concorsi.

Sul piano politico per il prossimo futuro il sen. Ruta ha ribadito il sostegno ad un’azione tesa a rilanciare anche in regione il partito e quindi il fronte del centrosinistra sul modello del vecchio Ulivo e a riconsiderare il progetto d’assieme con la lista civica “Rialzati Molise” di Patriciello e Cotugno consapevole che quando la coalizione è unita non ha bisogno di altri contributi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: