MONTECITORIO – Richiesta per il Molise di più magistrati e agenti di Ps

polizia stradale
eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Molise in aula alla Camera dei deputati. Quattordici parlamentari, Celeste Costantino, Stefano Fassina, Nicola Fratoianni, Donatella Duranti, Lara Ricciatti, Carlo Galli, Alfredo D’Attore, Michele Piras, Annalisa Pannarale, Giulio Marco, Antonio Placido, Serena Pellegrini, Marisa Nicchi  e Vincenzo Folini  hanno prodotto un’interrogazione sollecitando il Governo ad intraprendere ogni celere iniziativa di potenziamento degli organici delle Forze di Polizia e della Magistratura in Molise a tutela e salvaguardia dell’Ordine Pubblico, e contro il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata connessa con molteplici episodi sollevati dalla Direzione Distrettuale Antimafia e con la nefasta pratica di inviare pericolosi esponenti di camorra, ‘ndrangheta e mafia, a scontare le pene detentive e/o gli arresti domiciliari sul territorio molisano.

Come spiega Michele Petraroia della Sinistra italiana, si evince dagli articoli allegati del 25 e 28 febbraio 2017, è arrivato in Provincia di Isernia anche il figlio di uno dei più spietati capi della camorra, che si aggiunge ad altri esponenti criminali di primo piano già condannati per concorso esterno in associazione mafiose.

In un contesto simile in cui il Molise è esposto al dilagare pervasivo delle organizzazioni malavitose, è stata confermata, con una scelta sbagliata, la soppressione del Comando Regionale Carabinieri disponendone l’accorpamento con l’Abruzzo, ed è notizia di queste ore, come si evince dalla nota dei Sindacato di Polizia che il Ministero dell’Interno si appresta a chiudere la Polizia Postale di Isernia, la Polizia Ferroviaria di Campobasso ed il Distaccamento della Polizia Stradale di Larino, indebolendo ulteriormente gli organici delle Forze dell’Ordine impegnati nelle azioni di vigilanza, prevenzione e controllo del territorio.

Petraroia ricordando quindi l’incendio del ghetto di Rignano Garganico (FG) e gli spari della criminalità alle auto della Polizia a San Severo (FG), <consideri che questi comuni sono a 10/20 minuti dal Molise, tant’è vero che l’auto impiegata per l’attentato è stata rubata a Termoli (CB). I caporali che trafficano in clandestini sfruttandoli a nero in agricoltura partono da San Severo (FG), Rignano Garganico (FG) o Torremaggiore (FG) e in meno di 30 minuti li trasportano all’alba nelle campagne molisane per ricondurli indietro a notte fonda come ben sa la Procura della Repubblica di Larino (CB) dove è in corso il processo per la morte sul lavoro nelle campagne di Campomarino (CB) di Gheorghe Radu uno dei tanti braccianti con meno di 35 anni proveniente dalla Romania>.

Osserva infine che chiudere il Distaccamento della Polizia Stradale di Larino (CB) è un errore. Aver soppresso il Comando Regionale dei Carabinieri è stato uno sbaglio grave. Inviare in Molise esponenti della criminalità organizzata consente a ‘ndrangheta e camorra di penetrare nel tessuto socio –economico locale con metodi violenti, imposizioni, collusioni e contiguità affaristiche su cui sarebbe necessario innalzare il livello di contrasto con strumenti investigativi innovativi, dotazione di personale specializzato e capacità di leggere le connessioni tra investimenti sul territorio, denominazioni societarie, cambi d’appalto, passaggi d’azienda e movimenti bancari.

Nella lettera inviata alle autorità di Governo nazionale e locale Petraroia conclude”Il Governo sappia che se si smantella la presenza dello Stato in una regione confinante con la camorra dei casalesi e con l’emergente mafia del Gargano, il risultato non potrà che essere la sconfitta della legalità, l’arretramento della democrazia e l’affermazione di quel connubio affaristico capace di entrare nei gangli delle istituzioni ad ogni livello con la nota conseguenza già sperimentata nelle aree dove si è costretti a sciogliere i Consigli Comunali a causa delle infiltrazioni e dei condizionamenti mafiosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: