EGAM – Maroncelli dipendente di Molise acque e consigliere comunale:”No a poltrone d’oro”

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Gianluca Maroncelli consigliere comunale capogruppo di Molise civico nonché dipendente di Molise acque sul nuovo sistema integrato di Molise acque commenta: “In Consiglio regionale, come noto, si stanno discutendo gli emendamenti alla proposta di legge numero 136 di iniziativa della Giunta regionale, riguardante “Disposizioni in materia di risorse idriche della Regione Molise.

Scrivo questa nota in qualità di consigliere comunale, capogruppo di ‘Segnale Civico’ a Palazzo San Giorgio, e di dipendente di ‘Molise Acque’, per alcune doverose considerazioni sull’azienda speciale, che secondo le intenzioni dovrebbe essere chiamata ad avere un ruolo fondamentale nella futura riorganizzazione della distribuzione integrata delle risorse idriche, con l’istituzione dell’Ente di Governo dell’Ambito del Molise, l’Egam.

L’azienda speciale ‘Molise Acque’, così come da statuto, provvede, tra gli altri compiti, alla gestione dei servizi idrici di captazione e grande adduzione di rilevanza regionale ed interregionale, compreso l’esercizio e la manutenzione degli impianti, se necessario alla progettazione ed alla realizzazione di nuovi impianti, e, se la Regione Molise lo richieda, all’assistenza tecnica e alla collaborazione per le attività regionali in materia di consumi e di risparmio idrici, di salvaguardia ambientale e risanamento delle acque, di controllo territoriale e di qualità delle acque.

Così come è stato giustamente evidenziato e oggetto di uno specifico emendamento, con la centralità che continuerà a rivestire l’azienda ‘Molise Acque’ sarà necessario un adeguamento statutario, allargandone competenze, funzioni, pianta organica, vista l’attuale carenza di personale (che mi auguro possa essere integrato con l’attuale personale interinale impiegato, avendo quest’ultimo già acquisito competenze e professionalità nel corso della loro esperienza in azienda), ma soprattutto servirà nuova linfa economica.

Innanzitutto, la Regione Molise dovrà provvedere a ricapitalizzare l’azienda speciale, passaggio indispensabile per l’eventuale gestione in house del servizio idrico integrato, ma soprattutto, in questa possibile ottica, nella fase di adeguamento dello statuto, l’ente di riferimento dell’azienda non potrà non tener conto e provvedere al recupero dei crediti vantati da ‘Molise Acque’ da parte dei Comuni, che entreranno a far parte dell’Ente di Governo dell’Ambito del Molise, attraverso i rispettivi sindaci.

Non è un mistero, infatti, che ‘Molise Acque’ vanti crediti per circa 30 milioni di euro, relativi ai mancati pagamenti che i Comuni, dopo aver riscosso le tariffe sui consumi idrici, avrebbero dovuto versare all’azienda speciale regionale.

Il presupposto, dunque, per qualsiasi tipo di discorso relativo all’azienda non potrà prescindere dal recupero dei crediti da parte dei Comuni, considerando che gli stessi sindaci saranno parte integrante dell’Egam, considerando che il Comitato d’Ambito sarà formato dai primi cittadini di Campobasso, Isernia e Termoli, e da nove componenti, ciascuno dei quali espressione e, dunque, rappresentanti di un Bacino ottimale.

Mi auguro, inoltre, che, nella fase di approvazione della legge istitutiva dell’Egam, si immagini un ente di governo dai costi di gestione contenuti. Fermo restando il diritto ai rimborsi spese, infatti, l’auspicio è quello di non trasformare l’Egam nell’ennesimo ente di diritto pubblico pronto a distribuire poltrone pagate a peso d’oro, perché, diversamente, i costi ricadrebbero sulle tasche dei contribuenti.

A mio avviso, da oggi in poi nelle successive trattazioni della materia, non si potrà prescindere da tutte queste prerogative.

Approfitto della nota, inoltre, per esortare il Presidente Paolo di Laura Frattura, sicuramente sensibile alla questione, e la sua Giunta, alla chiusura dell’esperienza commissariale e provvedere, il prima possibile, alla nomina della nuova governance aziendale, indispensabile nella gestione e nella eventuale fase di transizione per l’approvazione del nuovo statuto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
festa della donna, telefono rosa, colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
festa della donna, telefono rosa, colacem
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: