SCUOLA – La Grande Guerra “interpretata” dagli alunni della Francesco D’Ovidio

mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – È stato un pomeriggio dedicato alla riflessione sugli eventi della Grande Guerra quello che ha visto coinvolti gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado Francesco D’Ovidio.

La narrazione in musica “Dolorosa fu la partenza e il ritorno per molti non fu” è stata proposta con grande bravura, attraverso i canti di reparto, satirici, di protesta, di rivolta, dai cori Quod Libet, diretto dal maestro Vincenzo Lombardi e Samnium Concetus, diretto dal maestro Guido Messore, e la lettura di memorie e testimonianze dei soldati e ufficiali molisani interpretate con passione e emozione dagli attori Carla Costa e Aldo Gioia.

Un lavoro di ricerca, ci ha raccontato il maestro Lombardi, nato “Da una visita ai luoghi della grande guerra che ha permesso di passare dalla pura ricerca storica al desiderio di raccontare le storie dei ragazzi al fronte.”

Una tavolozza di sentimenti arricchita dai lavori degli alunni delle classi terze della D’Ovidio che, con il supporto delle docenti Gabriella Mariano e Titta Fostinelli, si sono immedesimati nella realtà delle trincee e mettendosi nei panni dei giovani molisani al fronte ne hanno descritto sentimenti e paure. Come nella riflessione di Micaela D’Alfonso che si conclude così “La sera, quando ritorniamo nei nostri fossati, regna il silenzio: nessuno ha la forza di parlare o di ascoltare. Siamo stanchi, ma non riusciamo a riposare. Siamo vivi, ma non riusciamo a vivere.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: