AGRICOLTURA SOCIALE – Un progetto in favore di soggetti con disturbi psichici

progetto agricoltura sociale
pasta La Molisana
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

CARPINONE – Interessante iniziativa per la creazione di un’attività agricola i cui ricavati saranno utilizzati per finanziare i vari progetti dell’associazione.

Un progetto di agricoltura sociale è quello che si sta tentando di portare avanti grazie all’associazione AMFAIP (Associazione Molisana Famigliari ed Amici di Infermi Psichici) di Isernia nell’agro di Carpinone, non molto distante dal Vivaio regionale “Colle Astore” gestito dal Corpo Forestale dello Stato.

L’obiettivo è quello di realizzare un progetto sostenibile nel tempo, indipendentemente da fonti di finanziamento pubbliche (che comunque verranno ricercate ed attivate). L’idea è infatti quella di commercializzare in modo diretto ed “informale” i prodotti agricoli ottenuti.

Dal punto di vista operativo, il Progetto si pone l’obiettivo di realizzare una attività agricola, nell’ambito di alcuni settori tipici Regionali, in particolare, nella fase iniziale con la Funghicoltura, ovvero la produzione, lavorazione e commercializzazione diretta di funghi;

L’Associazione ha infatti già ottenuto la disponibilità di un posto all’interno del mercato comunale (bi-settimanale) che si svolge nel Comune di Carpinone. Il ricavato sarà destinato esclusivamente al finanziamento continuo delle attività di formazione, sostegno degli utenti per il buon fine del Progetto.

Grazie alla piattaforma online di Aviva Community Fund è possibile votare per il finanziamento di questa startup, attribuendo ognuno fino 10 voti, entro oggi pomeriggio. Basta andare su questo sito https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-66 e registrarsi.

Il sito in questione è facilmente raggiungibile percorrendo la strada provinciale Aquilonia che collega Carpinone (IS) a Sessano del Molise (IS). L’Associazione ha già chiesto ed ottenuto la disponibilità pluriennale dell’area da parte del Sindaco del Comune di Carpinone, pertanto il progetto è immediatamente “cantierabile”.

Inoltre, il sito presenta tutte le caratteristiche per poter essere utilizzato (e valorizzato) nell’ambito di un progetto di agricoltura sociale che mira allo sviluppo di prodotti del sottobosco come i funghi (ma non solo), infatti, come illustrato nelle foto che si allegano, si sviluppa in area forestale e già è dotato di una serra (con predisposizione per il riscaldamento), di utenze, di servizi igienici e di alcune casette in legno.serra Carpinone

Il Progetto si inserisce all’interno di un quadro molto più ampio di progettazione ed attuazione di percorsi riabilitativi e di integrazione lavorativa che vogliono integrare in via complementare (pertanto non sostituire o superare) i classici e standardizzati percorsi terapeutici attuati dal personale medico specialistico all’interno delle strutture di assistenza e ricovero.

In tale ambito di intervento, il Progetto proposto vuole caratterizzarsi inoltre per la creazione di un’attività auto-sostenibile nel corso del tempo, che pertanto riesca a superare le criticità che da sempre contraddistinguono le iniziative di inclusione sociale e lavorativa, le quali hanno una breve durata, ovvero fino all’esaurimento delle risorse finanziarie (di natura pubblica) che la sostengono.

Si propone la via dell’agricoltura come chiave progettuale per l’inclusione sociale in quanto da sempre essa, con i suoi tempi meno frenetici, gli spazi più dilatati e il diretto contatto con la natura favorisce processi di integrazione sociale delle persone disabili. Il ritmo naturale della vita contadina, il lavoro fisico, il fare parte di un piccolo nucleo di tipo familiare, il contatto con le piante hanno un effetto terapeutico benefico.

L’inserimento di una persona disabile in un Progetto di agricoltura sociale permette di portare un beneficio di cura, alla persona, anche sul piano psicologico e sociale, oltre a quello terapeutico, offrendo così una risposta completa ai bisogni dell’utente. Inoltre, l’attività dell’agricoltura permette alle persone disabili di seguire un percorso completo nel suo divenire e nel suo compiersi: è possibile infatti, seguire tutto il processo di produzione, dalla semina alla raccolta, fino alla vendita del prodotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: