CULTURA – Regista e sceneggiatore, Salvatore Basile incontra gli studenti

mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

ISERNIA – Il Liceo ‘Cuoco-Manuppella’ di Isernia incontrerà lo scrittore Salvatore Basile, lunedì 3 aprile alle ore 11,00 presso la Sala Gialla della Provincia (via Berta).

L’incontro rientra in un uno specifico Progetto didattico della prof.ssa Graziella Iannuzzi (Liceo ‘Cuoco’), grazie al quale gli alunni delle classi II C, II A e IV F, Indirizzo Scienze Umane e Les, hanno letto e analizzato il romanzo d’esordio di Basile: “Lo stano Viaggio di un Oggetto Smarrito”.

Al Progetto hanno collaborato anche i docenti: Ines Parisi (Liceo ‘Manuppella’), Mariagrazia Milano (Scuola San Giovanni Bosco) e il piccolo Gennaro.

Salvatore Basile è nato a Napoli e vive a Roma, dove lavora come sceneggiatore e regista. Tra le sue sceneggiature ricordiamo: Ultimo, San Pietro, Cime tempestose, Sarò sempre tuo padre, L’uomo sbagliato, Fuga per la libertà, Giovanni Paolo II, L’uomo che cavalcava nel buio.

È ideatore di serie tv come: Il giudice Mastrangelo, Il Restauratore, Un passo dal cielo e Una pallottola sul cuore. Ha curato, inoltre, la regia de L’uomo che cavalcava nel buio e di alcuni episodi de Il restauratore, Don Matteo 8 e Un passo dal cielo 2.

Collabora abitualmente con Terence Hill, Gigi Proietti, Raoul Bova, Beppe Fiorello e Sergio Castellitto, attori che hanno interpretato la maggior parte dei suoi successi televisivi. Dal 2005 è, inoltre, docente del Master di Sceneggiatura televisiva e cinematografica presso l’Università Cattolica di Milano.

“Lo strano Viaggio di un Oggetto Smarrito” è stato pubblicato il 5 maggio 2016 da Garzanti e i suoi diritti sono stati venduti in Germania (Blanvalet); in Grecia (Mamaya) e in Francia (Editions Denoel).

Trama. E’ la storia di un bambino, Michele, che vive con i genitori nel paesino di Miniera di Mare. Un giorno la madre decide di partire per un viaggio e chiede a Michele di poter portare con sé il suo diario promettendo di restituirglielo al suo rientro.

Il bambino aspetta con ansia il giorno del ritorno della madre che, però, non avverrà mai. Mese dopo mese, anno dopo anno, Michele cresce e diventa uomo ma, nonostante siano passati vent’anni da quel fatidico giorno, porta sempre con sé una tristezza assoluta, profonda e lontana. Michele diventa capostazione e preferisce stare chiuso in se stesso in compagnia degli oggetti smarriti che ritrova ogni volta sull’unico treno che passa da Miniera di Mare.

La madre non tornerà più ma il diario si, perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano. Sul suo cammino Michele incontrerà anche una figura chiave, Elena, una giovane ragazza che affronta la vita con colore ed energia e aiuterà il protagonista a ritrovare se stesso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: