60 ANNI DAI TRATTATI DI ROMA – Esperienze, confronto e dibattito con le scuole

mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita

CAMPOBASSO – In occasione della ricorrenza dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise e la Presidenza del Consiglio regionale del Molise hanno inteso organizzare tre Eventi celebrativi in collaborazione con le Istituzioni e le scuole del territorio.

La prima delle tre giornate si terrà domani (8 aprile) a Campobasso nella sede dell’Auditorium del Liceo Classico “Pagano”.

L’appuntamento è dalle 10:30 alle 13:00. L’incontro è rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte delle Scuole Secondarie di secondo grado di Campobasso e dei comuni limitrofi. I prossimi eventi si terranno la mattina del 22 aprile nella sala convegni della Provincia di Isernia e il 29 aprile al Cinema Sant’Antonio di Termoli. Tutte e tre le iniziative coinvolgeranno, in totale, circa 1.000 studenti con i rispettivi docenti accompagnatori.

La firma dei Trattati di Roma ha rappresentato  uno dei momenti storici più significativi del processo di integrazione europea. Per questo motivo, l’Ufficio Scolastico del Molise e la Presidenza del Consiglio regionale, su sollecitazione del Dipartimento per le Politiche Europee, hanno deciso di promuovere un ciclo di iniziative che puntano a stimolare il dibattito e la riflessione sul futuro del progetto europeo, soprattutto tra i giovani. All’appuntamento di domani parteciperanno circa 300 studenti insieme alle massime istituzioni regionali e a parlamentari europei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: