POLITICA – Ruta manda in avanscoperta le sue “truppe”

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Si muovono le “truppe” di Ruta all’interno del Pd in vista delle elezioni della segreteria  nazionale del Pd e delle prossime scadenze elettorali e di partito  tant’è che la loro posizione con il passare dei giorni appare sempre più chiara su quelli che sono gli atteggiamenti personali a sostegno degli obiettivi futuri che a questo punto sembrano più contornati e manifesti a favore di Roberto Ruta che evidentemente si prepara ad una prova di forza con l’attuale Governatore Frattura in una “Primarie” da scintille e che, se si faranno, probabilmente designeranno il futuro candidato Governatore alle prossime Regionali di febbraio 2018.

Il consigliere comunale Libertucci nonché membro dell’Assemblea regionale del partito Democratico e candidato all’assemblea nazionale con la Mozione Orlando esce in avanscoperta e annuncia.

“In primo luogo l’impegno per lotta alle disuguaglianze per difendere la democrazia combattendo la povertà, rilanciando lo Stato sociale e definendo un piano strategico di investimenti sociali: sanità, scuole, asili ecc., Democrazia vuol dire garantire i diritti costituzionali ma anche garantire libertà di cure, di istruzione e lavoro. La democrazia può essere esercitata solo se si ha il lavoro che ci rende liberi da ogni condizionamento, se si può garantire istruzione ai nostri giovani e possibilità di avere cure di qualità per tutti.

Un successo della candidatura Orlando nel Capoluogo cittadino ci darà la forza di portare all’interno del consiglio comunale i temi richiamati nella mozione a partire da politiche tese alla limitazione del consumo di suolo e della ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente, della defiscalizzazione a sostegno di alcune aree della città e delle attività produttive, dell’innovazione che passa attraverso lo sviluppo della fibra ottica e della mobilità elettrica. Concluse le primarie il circolo di Campobasso dovrà discutere dei temi portati dalla mozione Emiliano rappresentata dal Sindaco e parte consistente della giunta della rappresentanza PD in seno al consiglio comunale con quelle della mozione Orlando che rappresento in città.

La richiesta di primarie per la presidenza della giunta regionale, da me sottoscritta e fortemente sostenuta dal Senatore Ruta – autorevole sostenitore della mozione Emiliano- non può essere sostenuta senza un dibattito sulle candidature. Le primarie non potranno costituire prove di forza tra gli esponenti politici ma la straordinaria occasione per far emergere una nuova classe dirigente capace di portarci fuori dalle secche e garantire a questa Regione uno sviluppo vero e innovativo. Non sarà possibile ricandidare chi non è stato capace in questi anni di risolvere i temi della sanità, della viabilità, della ricostruzione post terremoto e dello sviluppo”

Le ultime considerazioni di questa dichiarazione che senza dubbio è unanime e ben composita in quella parte degli “Emiliano” partecipe anche del pensiero del sen. Ruta che oggi conduce la contestazione al governo regionale, sono palesemente il lancio del guanto di sfida all’alternativa. Più che per il dibattito come commenta Libertucci  c’è la richiesta di deposizione delle armi per far largo ad altri propositi. Ormai è inutile fare gargarismi  con le parole intorno a traguardi che sono nella testa da qualche tempo ben ponderati. I cittadini, gli elettorali e simpatizzanti del Pd hanno capito benissimo quali sono gli schieramenti in preparazione e gli obiettivi perseguiti da quanti utilizzano occasioni uomini e situazioni per prepararsi il terreno alla volata finale. Nascondersi o usare la carta patinata non serve a nulla. Piuttosto irrita.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!