AMBIENTE – In mezza giornata tagliati oltre 70 alberi. Necessità o puro scempio?

Pietracatella alberi
pasta La Molisana
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

PIETRACATELLA – I “maggiordomi fedeli e cordiali” posti all’ingresso del paese non ci sono più. La minoranza chiede l’intervento delle autorità.

Pochi giorni fa, il Comune di Pietracatella ha deciso di tagliare oltre settanta pini posti in varie zone cittadine, causa di allergia, sporcizia, invasi dalla processonaria, ma soprattutto perché illegittimi, in quanto posti a meno di sei metri dalla strada.

La minoranza al Comune prende posizione sull’argomento:

“Vilipese due aree verdi del Comune, una all’entrata, simbolo di civiltà e accoglienza per tutto il paese, dove i bambini ogni anno si recano per le manifestazioni di Puliamo il Mondo e la Festa dell’Albero, e la Scuola Materna, un polmone verde per i piccini che la frequentano.

“La “Legamabientina Pietracatella”, l’organizzazione simbolo del paese che da oltre 25 anni porta avanti Puliamo il Mondo e la Festa dell’Albero in Molise, è stata depauperata e offesa. Hanno cambiato l’immagine, densa di significato, di un intero centro abitato. Dove sono le istituzioni che dovrebbero tutelare l’ambiente? Dov’è la cultura?” – si chiedono i consiglieri.

A detta dei cittadini, il tutto è stato deciso frettolosamente, senza poter pensare ad un progetto che avrebbe garantito l’incolumità dei cittadini e la tutela ambientale e paesaggistica. Sarebbe bastato una semplice potatura dei rami “incriminati” perché ricadevano sull’asfalto?

“Uno scempio in piena regola, un abuso di potere da parte di tutti i soggetti coinvolti. Ora qualcuno ne dovrà rispondere” — il commento indignato del “Gruppo Insieme per Pietracatella”, oltre che di una parte dei cittadini, è grandissima: “Abbiamo già chiesto l’intervento della forestale, vogliamo valutare passo passo l’iter seguito per un’operazione ordinata nel disprezzo più totale delle regole di buona amministrazione”.Pietracatella alberi

“Alberi che hanno più di venti anni acquisiscono il diritto a restare dove sono cresciuti, dunque non è giustificabile in nessun modo l’accaduto. Nel giardino della scuola materna sono state tagliate due fila di alberi per un totale complessivo di 28 piante ad alto fusto senza alcuna motivazione”.

“Siamo stanchi di assistere al continuo disprezzo della legge. Non è la prima volta che accade e non è la prima volta che lo facciamo presente al sindaco. Si può fare tutto, anche tagliare 70 alberi ma solo se la legge lo consente e nel pieno rispetto delle norme. Non si possono tagliare 70 alberi senza neppure chiedere il parere all’ufficio tecnico comunale! Perché questo si legge nell’ordinanza “riparatrice” pubblicata nella serata del 10 aprile.

Per quanto ci riguarda, – continuano i consiglieri di minoranza – mai più dialogo con chi, per incapacità o supponenza, continua ad agire nell’illegalità”.

Infine, si chiedono i consiglieri: “Chi ripagherà la comunità per il danno fatto? Noi non resteremo a guardare”.

Intanto numerosi sono i pensieri che rimandano la popolazione alla necessità di recuperare il primordiale rapporto organico tra uomo e natura, al mondo della poesia che ti invita ad essere uno con la natura.

L’amministrazione, però, ha deciso, un giorno di primavera, di risolvere alla radice (ahinoi, triste gioco di parole), tagliando di netto e tempestivamente gli stessi pini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: