PALLAVOLO GIOVANILE – Dal Molise alla Romania, vince campionato nazionale romeno under 15

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica

ISERNIA – “Non allenavo più dal 2010. Ho deciso di tornare quest’anno in panchina per mantenere vivo lo spirito che ho conosciuto a Sant’Agapito”.

È un testo carico di gratitudine quello affidato ad un lungo sms da Sorin Dragne, allenatore di pallavolo rumeno, in Molise dal 2003 al 2008. A distanza di quasi 10 anni dall’esperienza isernina, non riesce a dimenticare gli insegnamenti acquisiti in Italia e, dopo l’ennesima vittoria nel suo Paese, il suo pensiero vola alla Sant’Agapito Isernia volley. È qui che si è fatto le ossa come tecnico. Un’esperienza, quella nella serie C e nei campionati giovanili molisani, che gli ha permesso di apprendere tecnica e capacità di insegnamento, riuscendo sempre a conquistare la stima e il rispetto dei suoi giovani atleti. Che fosse un bravo allenatore lo si era visto da subito, già con la Sant’Agapito era riuscito a vincere svariati titoli regionali e si era qualificato alle finali nazionali ed interregionali. Anni d’oro per la compagine molisana. Tornato in Romania, negli anni 2009-2010, ha fatto incetta di premi, poi si è allontanato dalla pallavolo per riavvicinarsi a questo sport solo quest’anno. E proprio in questa stagione 2017,  i suoi ragazzi hanno vinto il titolo più importante, quello nazionale Under 15 che li ha consacrati “Campioni della Romania”. “Se oggi abbiamo vinto – ha fatto sapere ai suoi mentori italiani – è anche merito vostro. Quando siedo in panchina per le partite mi ricordo sempre di voi e di come vincevamo contro la Effesport e la Nuova Pallavolo di Campobasso (due antagoniste storiche della Sant’Agapito ndr)”.

Nel lungo messaggio, inviato all’ex presidente Nino Santoro, il tecnico ha voluto ringraziare la società creata da Elio Arpante, da qualche anno sciolta.

Un riconoscimento e una gratitudine che ha voluto esternare, subito dopo la vittoria. “La società va avanti anche qui, grazie a quello che ho imparato da voi. Grazie Tina (Arpante), grazie Ugo (Arpante), grazie presidente Santoro!”.
Al tecnico rumeno, che in Molise ha lasciato il cuore, gli auguri da Isernia per la sua carriera: “Ad Majora!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: