SOCIALE – A Rionero inaugura uno sportello di consulenza antiviolenza

pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
DR F35 Promozione
DR 5.0 Promozione
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro

RIONERO SANNITICO – Inaugurato questa mattina, nell’ambito del ‘Progetto Giunone’, il primo sportello di consulenza antiviolenza del comune di Rionero​ Sannitico.

Alla presenza di autorità civili e religiose, il sindaco Tonino Minichiello ha presentato l’iniziativa, promossa dalla locale Associazione ‘Mons Altus et Rivinigri’, con il patrocinio dell’Amministrazione.

A moderare i lavori Sara Ferri.

“In un’ottica di partecipazione attiva, il nostro Comune -ha spiegato il sindaco- ha voluto patrocinare questo importante progetto, anche per rispettare la nostra agenda politica che, tra gli altri, include il tema della tutela delle donne”.

Lo sportello, allocato presso la Casa Comunale, offrirà, in forma gratuita e anonima, consulenza psicologica e legale alle vittime, attività di orientamento e ascolto.

Entrerà a regime nel mese di giugno e sarà coordinato dalla presidente dell’Associazione Cristina Di Franco e dal vicesindaco Luca Di Franco.

A gestire l’attività numerosi professionisti: Sara Antonacci – assistente sociale;
Erminia Visco – operatrice specializzata nell’ascolto e nel supporto di vittime di violenza di genere;
Serenella Sestito – avvocato, Giulia Capone e Marina Del Matto -psicologhe.

Sono previsti anche una serie di progetti di educazione sentimentale nelle scuole e ci sarà una collaborazione con gli Istituti scolastici e con le forze dell’ordine. A siglare, per ora o almeno ufficiosamente, l’intenzione a collaborare, la presenza del vescovo Scotti, del questore di Isernia Borzacchiello, del presidente del Tribunale Di Giacomo, del comandante dei Carabinieri Giacona, che hanno voluto sottolineare l’importanza di questi punti di ascolto e la necessità di istituirne altri su tutto il territorio.

“Sarebbe auspicabile che ad affiancare gli operatori di polizia – hanno affermato i relatori – ci fosse personale esperto; l’uniforme, la caserma spesso sono motivo di soggezione per le vittime, il nostro intervento quasi sempre è già di tipo repressivo. Questi sportelli fanno un lavoro complementare al nostro, non meno importante; -hanno riconosciuto- l’approccio alle vittime richiede un approfondimento psicologico e culturale che noi non abbiamo la forza di offrire”.

All’incontro era presente anche la dirigente scolastica dell’I.C. di Colli a Volturno, Ilaria Lecci, che si è detta pronta ad accogliere nella sua scuola campagne tematiche di sensibilizzazione. L’iniziativa ha incontrato il parere favorevole del presidente della Regione Molise Frattura che in una nota, indirizzata agli organizzatori, ha espresso il proprio consenso al progetto, in quanto “coerente con la linea di azione della Regione Molise”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: