ITTIERRE – Sostituiti i commissari, Monaco: “siamo in una Repubblica delle Banane”

ittierre pettoranello
vaccino salva vita
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

ISERNIA – “Il MISE non è ancora soddisfatto dei danni provocati dai precedenti Commissari in oltre otto anni di Amministrazione Straordinaria e per questo motivo persevera con la nomina di altri due “professionisti” che affiancheranno il terzo già  nominato da qualche tempo in sostituzione dell’Avv. Lucio Ghia”.

Vittorio Monaco, un ex dipendente dell’azienda, in una lettera aperta agli organi di stampa commenta così la decisione del Ministero di sostituire i commissari della Ittierre Spada, Chimenti e Ciccoli con altri due professionisti.

<Considerato lo stato dell’arte della procedura concorsuale – afferma – non si comprende la necessità  di ulteriori nomine (ed ulteriori spese per compensi professionali) in quanto le operazioni paiono avviarsi finalmente verso la conclusione, dopo essere iniziate nel febbraio del 2009.

In effetti, da quanto riferiscono fonti del Tribunale di Isernia, le udienze di verifica dello stato passivo sono terminate lo scorso febbraio e non resta che organizzare lo staff già  a disposizione, per predisporre gli atti conclusivi e passare, finalmente, alla liquidazione delle Società  del defunto gruppo tessile molisano, magari sollecitando anche la presenza più assidua del precedente unico Commissario presso la sede di Pettoranello del Molise.

L’operazione del M.I.S.E., invece, ha tutta l’aria dell’ennesimo “spoils system” ma nel senso letterale della parola: sistema del bottino.

In luogo dell’ennesima nomina, io mi sarei aspettato di leggere la notizia di una “azione di responsabilità “ promossa dal Ministro sia nei confronti dei precedenti Commissari, sia nei confronti del Comitato di Sorveglianza (che tutto ha fatto tranne che “sorvegliare”) atteso quanto indicato nel provvedimento di revoca emanato dallo stesso Ministero:

“oggettiva inidoneità  dell’organo collegiale ad assicurare una efficiente ed efficace gestione della procedura di amministrazione straordinaria e, per conseguenza, una cura adeguata degli interessi pubblici cui la stessa è finalizzata, come emerge in particolare a) dalla confusa, disomogenea e non compiuta rappresentazione dei costi della procedura; b) dalla assenza di ponderate e concrete iniziative per la rapida conclusione della gestione liquidatoria della procedura, e al contempo dal compimento di atti in assenza della preventiva autorizzazione, ove prevista ai sensi di legge; c) dalla adozione di criteri di determinazione dei compensi degli incarichi di assistenza e consulenza legale penalizzanti per la Procedura e dal mancato controllo del corretto svolgimento degli incarichi medesimi”.

Ora, se non siamo in una Repubblica delle Banane, ogni onesto Cittadino si aspetterebbe atti conseguenziali rispetto a quanto sostenuto dal Ministero, ovvero che chi ha sbagliato paghi le conseguenze delle proprie azioni. Nel Molise, al contrario, le vittime diventano colpevoli e viceversa… Vorrei sommessamente ricordare che a Pettoranello del Molise non si sta certo lavorando alla ricerca sulla “fusione nucleare”: si sta lavorando ad addizioni e sottrazioni algebriche che non richiedono “un’arca di scienze” ma, semplicemente, la buona volontà  di concludere definitivamente e positivamente un dramma che dura ormai da troppo tempo. Sappiamo bene che nessun creditore otterrà  un centesimo perché l’attivo in bilancio non sarà  nemmeno sufficiente a rimborsare i crediti del Ministero, ma almeno sarà  messa la parola fine ad una tragedia – conclude Monaco – che è diventata farsa>.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: