INGEGNERI – Votazioni in corso, si rinnova il Consiglio dell’Ordine provinciale di Isernia

mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA –  Tempo di rinnovo per il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Isernia, che resterà in carica per i prossimi 4 anni.

In queste settimane, sono chiamati alle urne 419 ingegneri specialistici e 22 ingegneri junior.

Dopo la prima votazione del 7 e 8 luglio scorsi, (date in cui non si è raggiunto il quorum), si tornerà ad esprimere la propria preferenza il 10, 11, 12 e 13 luglio prossimi.

Una sfida che vede, quest’anno, in lizza al vertice 19 candidati. Ognuno potrà scegliere 9 nomi.

Tra i papabili c’è un decano dell’ordine provinciale: Antonio Zullo, che tenta la corsa in solitaria.

Ma a riprovare la scalata al vertice anche il presidente uscente Giovanni Paolo Canè che tenta l’accesso in Consiglio per la sesta volta.

Sarà affiancato, nel segno della continuità col Consiglio uscente, da altri 8 aspiranti consiglieri: Armando Pallante, Domenico Cimorelli, Marzia Valerio, Andrea Girardi, Giuseppe Cutone, Marilena Latino, Nino Rossi e Francesca Mormile.

Su queste candidature è stata espressa dagli sfidanti qualche perplessità.

“Dopo decine di anni in cui ai vertici e nella maggioranza dei vari Consigli provinciali sedevano sulle poltrone sempre le stesse persone, ai sensi del Dpr 169 del 2005, infatti, -spiegano- non è più eleggibile chi ha esercitato la carica per più di due mandati, ma dovrebbe aspettare un turno prima di potersi ricandidare”.

“Ineleggibili? Certamente non incandidabili”,   replicano i competitor.

Proprio in quest’ottica, i 9 candidati di ‘Insieme per l’ordine di tutti’ si sono fatti promotori di un progetto che va verso il cambiamento e guarda a volti nuovi.

Si tratta di Fausto Antenucci, Alessandro Di Cristinzi, Roberto Falasca, Claudio Falcione, Armando Milano, Domenico Pompeo, Giancarlo Porfilio, Emanuela Sassi e Irene Barilone che,  nell’auspicare un reale mutamento, hanno stilato un manifesto programmatico a lungo pubblicizzato.

Nel chiedere la fiducia ai colleghi, questi giovani ingegneri hanno le idee ben chiare su come gestire l’attività dell’Ordine: il gruppo punta a una maggiore trasparenza, accesso alla professione, correttezza degli avvisi, consulenze gratuite per la creazione di reti, di professionisti, tutela dei giovani ingegneri e dei CTU, difesa della categoria e conti in ordine.

Per ora le proposte non mancano, c’è solo da aspettare qualche giorno per conoscere gli esiti delle votazioni e le scelte degli iscritti.

Lo spoglio avverrà il 14 luglio e, se anche questa volta non si raggiungerà il quorum (è prevista la partecipazione di un quarto degli aventi diritto al voto) si procederà a nuove votazioni, in programma fino al 19 luglio. Per questa terza tornata non sono previsti sbarramenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: