CRONACA – Oltraggia poliziotti su Facebook, ripercussioni sulla ditta di famiglia

Polizia
Blackberries Venafro

AGNONE – Una vera e propria bufera quella che si è abbattuta sulla famiglia Mastrostefano, titolare di una officina meccanica del paese.

Tutto è partito da un post su Facebook, apparso sul profilo del figlio del proprietario della ditta che si occupa, tra l’altro, di soccorso stradale.

Piero Mastrostefano, pubblicata la foto di una Pantera distrutta, esultava per un incidente stradale che aveva coinvolto due poliziotti,  entrambi gravemente feriti.

‘Sono sinceramente molto contento’, aveva commentato il 24enne agnonese ricevendo like e approvazioni che lo avevano spinto a rincarare la dose.

Un post che aveva subito scatenato le ire di tanti cittadini e l’indignazione del sindacato SAP nazionale, che ha voluto querelare il molisano, segnalando la vicenda all’ACI.

L’Aci Global,  verificate le circostanze legate all’episodio, ha deciso,  a sua volta, di escludere la ditta altomolisana dal proprio network.  Un fulmine a ciel sereno per proprietario e personale,  un duro colpo per l’attività.

A nulla sono servite per ora le scuse sgrammaticate del ragazzo: ‘A tutti gli organi di polizia giungono le mie umili scuse per le frasi ingiuriose – ha scritto su Facebook – pronunciate contro alcuni operatori a me sconosciuti in occasione di un grave incidente a loro occorso in cui hanno riportato gravi ferite.

Solo oggi ho compreso la gravità delle mie parole e per questo chiedo perdono. Consapevole di aver offeso non solo gli agenti coinvolti, ma tutto il corpo della polizia stradale spero, col tempo, di recuperare la credibilità persa, dimostrando di aver detto quelle frasi ingenuamente senza riflettere”.

A mettere una pezza, la stessa azienda di famiglia che, nello scusarsi, ha preso le distanze dal gesto del ragazzo: “A nome dell’Officina Meccanica Mastrostefano – hanno commentato – desideriamo esprimere la nostra vicinanza all’organo della Polizia di Stato per quanto accaduto nei giorni scorsi sul social network.

La pubblicazione da parte del sig. Mastrostefano Piero del post avente ad oggetto un’auto della Polizia incidentata con una descrizione ingiuriosa riferita all’accaduto, ci ha lasciati allibiti e mortificati.

Vogliamo affermare la nostra totale estraneità alla vicenda in oggetto, dissociandoci, in maniera netta, dal suo pensiero personale e professionale.
Vogliamo specificare, inoltre, che il signore in questione non è un membro della nostra organizzazione da diverso tempo.

Infine, precisiamo che i veicoli utilizzati per la rimozione dell’auto incidentata non appartengono alla nostra azienda; sempre rispettosa della legge e della legalità.

Ci scusiamo con tutte le persone che si sono sentite oltraggiate da questa vicenda che, indirettamente, e senza alcun motivo, ci ha visti protagonisti”.

Sulla vicenda, che ha avuto eco nazionale, è intervenuto anche il Comune di Agnone.

“Sicuramente non spetta all’Amministrazione entrare nel merito della vicenda – hanno scritto dall’Ente – la Magistratura giudicherà i comportamenti e adotterà le misure opportune. Quello che un’amministrazione ha il dovere di fare è schierarsi a difesa di una azienda del proprio territorio che ha saputo negli anni costruirsi la propria solidità e che offre lavoro ai giovani e meno giovani preparati e capaci. Un’azienda e un team che ora rischiano di crollare, non per una inadempienza lavorativa, non per un errore generato su una macchina in riparazione, ma per un qualcosa di pessimo gusto scritto da chi non ha alcun ruolo dirigenziale ma, forse, è solo un semplice dipendente  (seppur figlio del titolare ).
Dal Comune ora auspicano “un incontro chiarificatore” tra i titolari della ditta Mastrostefano, Piero Mastrostefano ed i vertici della Polizia con il loro sindacato. “Un incontro – hanno precisato – che serva a rasserenare gli animi e a ribadire ancora una volta ed ancora con più forza la stima e la gratitudine che ognuno di noi prova verso i tutori dell’ordine pubblico” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubbilicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: Content is protected !!